- Giro FVG - https://www.girofvg.com -

Walter Chendi – La porta di Sion

  

Walter Chendi - La porta di Sion - copertina

Venerdì 26 febbraio 2010, alle ore 20,45, Presso la sede del Consorzio Culturale del Monfalconese (Villa Vicentini Miniussi di Ronchi dei Legionari), il triestino disegnatore Walter Chendi presenta Il suo ultimo lavoro La Porta di Sion (edito da BD Edizioni, Milano), pubblicato lo scorso 27 gennaio. 

L’incontro, intitolato “Walter Chendi. La Porta di Sion (Trieste 1938). Il romanzo a fumetti come Strumento Filologico “ si Inserisce nel programma Esercizi di Memoria 2010, organizzato dal Consorzio Culturale del Monfalconese.
L’evento è Promosso dal CCM – Consorzio Culturale del Monfalconese, dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Ronchi dei Legionari e dall’Associazione Culturale ARTeFUMETTO di Monfalcone. 

Un moderare l’incontro Un personaggio d’eccezione, l’autore di fumetti di fama internazionale di Vittorio Giardino, Anch’egli conoscitore della cultura ebraica. 

La presentazione è accompagnata da Alcune letture sul tema E da musiche tradizionali yiddish interpretare da Alessandra Franco (voce) e Sergio Giangaspero (chitarra). 

Nella stessa sala, inoltre, sono visibili le tavole originali ed i bozzetti realizzati dall’autore per il volume: la mostra, A cura dell’Associazione Culturale ARTeFUMETTO di Monfalcone, PRENDE il titolo e dal nuovo volume si inaugura venerdì 19 febbraio, alle ore 11,30 alla Presenza degli studenti e degli insegnanti di Alcune classi delle scuole medie e superiori.
La mostra è visitabile fino a domenica 28 febbraio 2010 CON I SEGUENTI orari: da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12, lunedì e mercoledì anche nel pomeriggio, dalle 16 alle 19, sabato e domenica dalle 10 alle 12. 

L’ingresso a tutti gli appuntamenti è libero e gratuito. 

 

Walter Chendi - La porta di Sion

La Porta di Sion è ambientato nel settembre 1938 a Trieste.
La città, Che già ospita una delle comunità più Numerose Ebraiche d’Italia, si sta trasformando in un vero e proprio crocevia di ebrei, Che da lì si imbarcano per fuggire dall’Italia fascista e Raggiungere la Palestina. Ribattezzata per questo “La Porta di Sion”, Trieste è anche la città scelta da Mussolini per annunciare l’inasprimento delle leggi razziali il 18 settembre. Un discorso Che fa sentire una grossa fetta della Popolazione come se si “ritrovasse senza scarpe”.
Riannodando i fili della memoria, della nazione e personale, Walter Chendi racconta la storia di un ragazzo Che si trova a crescere in un paese Che gli volta le spalle, combattuto tra amore e voglia di partire alla volta della Palestina, con incredibile leggerezza di tono e solidità di scrittura.
Preziosa TESTIMONIANZA Una e scevra di retorica del Periodo più buio della storia italiana. 

Ti potrebbe interessare anche...  Tornano le domeniche al museo con ingresso gratuito
Walter Chendi - La porta di Sion

Walter Chendi Nasce a Trieste nel 1950. Racconta di sé: “Nato al mattino presto, in una giornata di Bora scura. Alto 180 centimetri, pesante 120 chili. Acquario ascendente Orso. Sposato. Due figli. Canna Un. Un gatto. Limone Un. Abete Un. Disegnatore Da un tavolo . Un computer. Tre paia di occhiali.
Dopo Alcune esperienze nel mondo del calcio ed in altre Alcuni mestieri, ho dedicato Dieci anni ad un grosso Che computer All’epoca si chiamava Calcolatore elettronico e occupava uno stanzone.
Poi, una quarant’anni smisi di fumare e scoprii i fumetti. E ‘inutile dire Che la cosa è più difficile di Quanto sembri. Credevo di saper disegnare e, ancora oggi, consumo Molte matite e moltissima gomma. Credevo di saper raccontare e ancora oggi ho grossi dubbi Ad ogni scena.
Il primo fumetto vero e proprio lo mostrai uno Vittorio Giardino, Quando Entrambi avevamo più capelli, Durante una visita-lezione al Suo studio. Ricevetti MOLTI consigli. Li ricevo ancora.
A Lucca, quell’anno, Giardino mi presento alla casa editrice Comic Art, Che accettò la storia Ritocco di cronaca, ispirata ad un episodio della vita di Rembrandt.Comic Arte pubblico Quindi anche Alcuni racconti della serie Nuvola Rossa. Poi vennero altri lavori, Vicende altre, qualche mostra di quadri e gli anni Corsero. Quindi ebbi La possibilità di sceneggiare Vedrò Singapore? di Piero Chiara, facendone un romanzo a fumetti. Inizio così, nel 2004, la mia collaborazione con la Lizard Edizioni, Che pubblicherà anche i volumi Mont UANT (2005) e Est Nord Est (2007).
Nel frattempo escono per la Casa Editrice Luglio di Trieste a causa volumi Ispirati alle Maldobrie, racconti sulla Trieste asburgica scritti dal duo Carpinteri e Faraguna. ” 

Ti potrebbe interessare anche...  Aprono i sentieri di Stolvizza, con una giornata di escursioni ed eventi collaterali

Vittorio Giardino, Disegnatore di fama internazionale, è bolognese, nato nel 1946 e Giunto al fumetto nel 1978 con Sam Pezzo, un investigatore privato, antieroe ironico e amaro.
Tra gli altri lavori pubblica Le avventure di Max Fridman (recentemente riprese con nuove storie nel 2000 e 2002), serie di Spionaggio ambientata negli anni ’40 e crea il personaggio di Little Ego, fumetto erotico, molto elegante ed ironico, ispirato uno Little Nemo , uno dei primi grandi personaggi della storia del fumetto.
Negli anni ’90 inizia uno Pubblicare Le avventure di Jonas Fink, ragazzo ebreo Che Vive Nella Praga degli anni ’50. Lavora anche come illustratore per varie riviste italiane e francesi tra le qualifiche Vogue. 

  

Walter Chendi - La porta di Sion

Info mail: connecteventi@yahoo.it — artefumetto@yahoo.it