- Giro FVG - https://www.girofvg.com -

Vespucci in Barcolana51 a Trieste – Visite guidate gratuite alla nave più bella del mondo

La nave scuola “Amerigo Vespucci” a Trieste!

La nave più bella del mondo affiancherà lo stand informativo della Marina durante tutta la settimana dedicata alla 51° Barcolana.

Da giovedì 10 a domenica 13 ottobre 2019 la nave scuola Amerigo Vespucci sosterà per la diciannovesima volta nel porto giuliano in occasione della “Barcolana 51”, la regata internazionale che si svolge tradizionalmente nel golfo di Trieste e giunta quest’anno alla cinquantunesima edizione.

Nave Vespucci rimarrà a Trieste fino a domenica 13 ottobre 2019 e potrà essere visitata.
Per le date e gli orari di visita clicca qui

Impegnata nella post-campagna d’istruzione 2019 con le soste in alcuni porti italiani, nave Vespucci ha già fatto tappa a Salerno, dove ha preso parte alle attività in occasione del XX Raduno Nazionale dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia, e ad Ancona.

La campagna d’istruzione a bordo di Nave Vespucci da sempre rappresenta un elemento cardine nella formazione del personale della Marina Militare che viene infatti impegnato in numerose attività didattiche ed addestrative nell’ambito delle discipline marinaresche e della formazione etico-militare, al fine di far propri i valori di fedeltà, disciplina e senso del dovere e acquisire l’importanza del lavoro di squadra, che caratterizza ogni marinaio nell’assolvimento dei compiti della forza armata al servizio della collettività.

Tanti gli eventi a Trieste che la vedranno protagonista:

 

Sabato 12 ottobre alle ore 10.00 il Comandante della nave, capitano di vascello Gianfranco Bacchi, avrà il piacere di accogliere a bordo la stampa e presentare la Settimana Velica Internazionale organizzata dall’Accademia Navale di Livorno e dalla città di Livorno.

La Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno ha origine dalla “Regata del centenario”, che si svolse nel 1981 in occasione del primo secolo di vita dell’Accademia. La prima edizione, nata dalla collaborazione tra l’Accademia Navale e tre circoli cittadini (Circolo Nautico Livorno, Circolo Velico Antignano e Yacht Club Livorno) fu limitata a sole tre Classi (IMS, J24, 2.4) e vide la partecipazione di sole 20 imbarcazioni. Anno dopo anno l’evento è cresciuto e nell’edizione del 2017 ha coinvolto otto circoli velici livornesi, oltre 500 regatanti, 120 imbarcazioni, 9 classi di regate e ben 17 nazioni partecipanti.

Ti potrebbe interessare anche...  Earth Day, la Giornata Mondiale della Terra

L’edizione 2018 ha visto la partecipazione di circa 1000 regatanti, 9 circoli velici per un totale di 606 imbarcazioni e 23 nazioni partecipanti mentre nell’edizione 2019 hanno partecipato 850 regatanti, 10 circoli velici per un totale di 550 imbarcazioni e 26 nazioni.

Inoltre, la presenza di alcuni allievi provenienti dall’Accademia farà da spunto per raccontare un’iniziativa di solidarietà e cultura, “Vienna sul Lago”.

Vienna sul Lago è un grande evento di solidarietà e cultura, organizzato dalla Marina Militare e da un Comitato senza scopo di lucro, che si articola in varie attività, quali conferenze, concerti promozionali e benefici, visite a luoghi culturali che termina con una serata di gala.

 

Al termine, i rappresentanti della stampa intervenuti potranno scoprire il calendario istituzionale 2020, a tema “La Marina militare vista attraverso gli occhi della Brigata Marina San Marco”, dedicato all’associazione “Lega del Filo d’oro”.

 

Il calendario della Marina militare 2020, grazie alle immagini del fotografo Massimo Sestini, racconta la Forza Armata attraverso gli occhi di una delle sue componenti d’eccellenza, la Brigata Marina San Marco, ed è dedicato alla Lega del Filo d’Oro, che assiste i bambini sordomuti, ciechi o pluriminorati sensoriali.

La scelta della Brigata, con i suoi cento anni di storia, è legata al fatto che le fanterie di Marina hanno sempre rappresentato una componente essenziale del potere marittimo italiano e un elemento fondamentale della politica estera nazionale.

 

Un altro appuntamento importante a bordo di nave Vespucci sarà la presentazione, venerdì 11 ottobre alle 18.30, di una speciale e-bike: “Ambasciatrice” prodotta dalla DUE70. Un gioiello di artigianato hi-tech e del più raffinato design italiano, nata per celebrare la prestigiosa nave scuola italiana, il cui stile si rifà alle linee eleganti della nave, con il telaio a richiamare la forma di una vela.

Ti potrebbe interessare anche...  Marco Mengoni a Villa Manin con la data zero del tour “Marco negli stadi”

 

Visite alla nave scuola “Amerigo Vespucci”

La nave sarà aperta alle visite della popolazione nei giorni:

– Giovedì 10 Ottobre:
dalle ore 17.30 alle ore 20.30;

– Venerdì 11 Ottobre:
dalle ore 10.00 alle ore 12.30 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00;

– Sabato 12 Ottobre:
dalle ore 14.00 alle ore 18.00;

– Domenica 13 Ottobre:
dalle ore 09.30 alle ore 13.00.

 
 
Nave Vespucci

La nave fu progettata, al pari della “gemella” Cristoforo Colombo, da Francesco Rotundi, ingegnere e tenente colonnello del Genio Navale, nonché direttore dei cantieri navali di Castellammare di Stabia.
Il 22 Febbraio 1931 (88 anni fa) a Castellammare di Stabia fu varata la nave Amerigo Vespucci, tutt`oggi in servizio per l`addestramento degli allievi ufficiali dell`Accademia di Livorno.
Il Vespucci ha effettuato dal 2014 al 2016 l’ammodernamento delle capacità operative di bordo e soprattutto l’adeguamento delle sistemazioni logistiche agli standard moderni. L’apparato propulsivo e quello di generazione dell’energia elettrica sono stati completamente sostituiti con prodotti tecnologicamente avanzati; l’Unità è stata dotata di una nuova elica e nuovi sistemi di piattaforma, più efficienti e rigorosamente orientati alla tutela dell’ambiente.
L’importante attività di “ringiovanimento” e “re-styling” del Vespucci è stata coordinata dalla Direzione Lavori e Servizi, ed in particolare della Sezione Studi dell’Arsenale M.M. di La Spezia, con un importante contributo della manodopera “in house” costituita dalle maestranze arsenalizie,  e dal personale di bordo.
Dalla sua entrata in servizio, la Nave ha svolto ogni anno attività addestrativa (ad eccezione del 1940, a causa degli eventi bellici, e degli anni 1964, 1973 e 1997, per lavori straordinari), principalmente a favore degli allievi dell’Accademia Navale, ma anche degli allievi Volontari in Ferma prefissata e degli allievi del Collegio Navale, ora Scuola Navale Militare “Francesco Morosini”.
Dal punto di vista tecnico-costruttivo l’Amerigo Vespucci è una Nave a Vela con motore; dal punto di vista dell’attrezzatura velica è “armata a Nave”, quindi con tre alberi verticali, trinchetto, maestra e mezzana, dotati di pennoni e vele quadre, più il bompresso a prora, a tutti gli effetti un quarto albero. L’Unità è inoltre fornita di vele di taglio: i fiocchi, a prora, fra il bompresso e il trinchetto, gli stralli, fra trinchetto e maestra e fra maestra e mezzana, e la randa, dotata di boma e picco, sulla mezzana.
L’equipaggio è composto da circa 280 militari tra uomini e donne. Nel periodo estivo, la nave imbarca gli allievi volontari in ferma prefissata prima, e successivamente i cadetti dell`Accademia Navale per la consueta Campagna di Istruzione, aumentando l’equipaggio di altre circa 130 unità arrivando così a pieno regime ad oltre 400 persone a bordo.
La Nave scuola Amerigo Vespucci è Ambasciatrice dell’UNICEF da settembre 2007.

 

Ti potrebbe interessare anche...  Il Sentiero Rilke: visite naturalistiche guidate gratuite passeggiando tra la biodiversità