- Giro FVG - https://www.girofvg.com -

Pordenone chiama Europa. Mercato europeo del commercio ambulante

pordenone_mercato eruropeo

Da venerdì 8 a domenica 10 maggio 2015, il centro storico di Pordenone vedrà la pacifica “invasione” di 110 ambulanti dai paesi d’ Europa con specialità e prodotti tipici: dopo la pausa dello scorso anno per la presenza dell’Adunata Nazionale Alpini torna nel capoluogo per la terza edizione il Mercato Europeo del commercio ambulante, evento promosso dalla Federazione nazionale venditori ambulanti su aree pubbliche (Fiva) e Comune di Pordenone.

Le bancarelle troveranno posto nuovamente nel centro storico (non più nell’area del parcheggio Marcolin) per tre giorni: venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 maggio. Gli spazi assegnati, infatti, sono piazza XX Settembre, piazzetta Cavour, via Cesare Battisti, parte di via Mazzini. Per far spazio a questo evento straordinario il Comune, con apposita delibera, ha sospeso il tradizionale mercato settimanale del sabato.

“Una collaborazione sinergica con l’assessore alle attività produttive del Comune Bruno Zille e il comando di Polizia locale – ha spiegato il presidente regionale e provinciale di Fiva e Confcommercio Andrea Maestrello – hanno permesso di realizzare anche quest’anno “Pordenone chiama Europa 2015”, un appuntamento atteso da molti e che dovrà essere nella tradizione degli eventi di successo del capoluogo”.

Circa centodieci le bancarelle che saranno organizzate nel centro storico con specialità e prodotti tipici e provenienti da diversi Paesi: Russia, Spagna, Austria, Bulgaria, Belgio, Estonia, Filandia, Polonia, Lituania, Grecia, Olanda, Regno Unito, Repubblica Ceca, Ungheria, Irlanda, Germania, Slovenia, ma anche da Israele, Argentina, Brasile.

Nella giornata conclusiva di domenica i parcheggi, interno ed esterno ring, saranno fruibili gratuitamente in modo da garantire con successo la visita a questo straordinario mercato e i negozi potranno aprire le loro attività.

Ti potrebbe interessare anche...  Escursioni sugli itinerari storici della Grande Guerra nel Gemonese

Info: Ascom Pordenone