- Giro FVG - https://www.girofvg.com -

Note in Castello 2019 – Udine

16 marzo 2019a14 aprile 2019

Compie due anni Note in Castello, il ciclo di concerti “in attesa della Primavera” promosso dall’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia e dal Comune di Udine nel Salone del Parlamento del Castello di Udine da sabato 16 marzo a domenica 14 aprile 2019.

La rassegna, che quest’anno passa da quattro a cinque appuntamenti, avrà per protagoniste eccellenze della musica regionale, nazionale e internazionale.

Programma:

• Sabato 16 marzo 2019 alle ore 18:00
Orchestra Ferruccio Busoni

Tredici musicisti di vaglia che, guidati dal loro direttore, proporranno un programma accattivante e originale che spazia dai virtuosismi strumentali del celebre brano Une Larme di Gioacchino Rossini per violoncello e archi a quelli delle rivisitazioni operistiche tratte da Antonio Bazzini sui temi della Traviata di Giuseppe Verdi e da Pablo de Sarasate dai motivi della Carmen di Georges Bizet, considerati tra i più impegnativi brani virtuosistici del repertorio violinistico. I solisti, Francesco Ferrarini al violoncello e Lucio Degani al violino, si sono esibiti nelle più importanti sale del mondo.

 

• Domenica 24 marzo 2019 alle ore 11:00
Galà di Opera Italiana

Dall’aria buffa al duetto d’amore fino all’aria lirica, il Galà di Opera italiana si apre con un’ouverture tra le più celebri di tutti i tempi, quella del Barbiere di Siviglia, per proseguire con un’aria tratta dalla stessa opera. Seguono tre brani dedicati a Mozart: l’“aria del catalogo” tratta dal Don Giovanni, in cui il fedele servo Leporello elenca con dovizia di particolari le conquiste amorose del suo signore, e l’ouverture
de Le nozze di Figaro, eseguita unita alla prima scena dell’opera, con un duetto tra il protagonista e la futura moglie Susanna.

Il programma prosegue con l’aria O mio babbino caro da Gianni Schicchi di Puccini, in cui la figlia del protagonista, Lauretta, cerca di blandire il padre per convincerlo a permetterle il matrimonio con il rampollo Rinuccio. L’intermezzo di Cavalleria Rusticana è uno dei brani più famosi della storia della musica: nell’opera introduce le scene finali in cui il protagonista andrà incontro alla morte in un duello per amore. Il concerto si conclude con il festoso duetto che chiude il primo atto di Don Pasquale di Donizetti: il dottor Malatesta, per ingannare il vecchio Don Pasquale, propone alla giovane Norina di impersonare la sorella Sofronia, in un finale brioso e coinvolgente.

 

• Domenica 31 marzo 2019 alle ore 11:00
Nella Musica, il Canto

Il leggendario clarinettista Karl Leister, membro dei Berliner Philharmoniker, presenta un programma cameristico nel quale virtuosismo e abilità strumentali sono ancelle del canto e dell’espressione. Accanto a lui la flautista Luisa Sello, artista del panorama internazionale, accresce il ruolo protagonista dello strumento a fiato, interprete di celebri melodie accanto alle peripezie di Bizet in una Carmen suadente, e alle strutture danzanti di una tarantella finale di Saint-Saëns.
Nella musica, il canto è il titolo che suggella tale binomio espressivo e ne tutela la liricità, espressa sapientemente da chi con lo strumento sa anche cantare.

 

• Domenica 7 aprile 2019 alle ore 11:00
Al Centro delle Cose

Un omaggio al poeta Pierluigi Cappello, sulle cui liriche Elsa Martin e Stefano Battaglia hanno scritto composizioni originali, spaziando dalla forma canzone a nuove estetiche contemporanee.
Riconoscere la poesia significa abbandonarsi alla bellezza, contemplare il suono delle cose fino a completa maturazione, lasciarsi all’incanto di una rivelazione. È partecipare all’istante esatto in cui l’albero concentra tutta la sua linfa vitale nei germogli e nei frutti, fino a quando questi si staccano, compiendo un atto creativo con la terra che si fa condiviso, universale, eterno.

 

• Domenica 14 aprile 2019  alle ore 11:00
Mozart & Salieri

Il concerto propone celebri brani di compositori del periodo classico dedicati al corno di bassetto e al clarinetto.
Al magnifico quintetto per clarinetto e quartetto d’archi di Mozart, frutto geniale del suo ultimo periodo compositivo, qui presentato nella versione originale per clarinetto di bassetto, si uniscono due perle tratte dal raro repertorio cameristico per corno di bassetto, affascinante strumento contralto appartenente alla famiglia dei clarinetti: il tema e variazioni di Girolamo Salieri, nipote del famoso Antonio, virtuoso operante nei teatri di Trieste e Venezia, e il quintetto del compositore tedesco Backofen, versatile polistrumentista e apprezzato didatta. Protagonisti del concerto il clarinettista udinese Nicola Bulfone, solista internazionale e docente, e il quartetto Moyzes di Bratislava, affermata formazione attiva da oltre quarant’anni nell’ambito del concertismo cameristico.

Info: ErtFVG