Eventi

Momix - Alchemy

  • Data: da martedì 18 a giovedì 20 febbraio 2014
  • Luogo: Pordenone
  • Data inizio: 18-02-2014
  • Data fine: 20-02-2014

Momix - Alchemy Da martedì 18 a giovedì 20 febbraio 2014, al Teatro Verdi di Pordenone, i Momix con “Alchemy”, la sorprendente ultima creazione di Moses Pendleton per il gruppo di ballerini-illusionisti piu’ famoso al mondo. E’ sempre una grande occasione, oltre che un privilegio, ospitare nel proprio cartellone i Momix, oggi il vertice mondiale della danza contemporanea che miscela sapientemente scenografie mozzafiato a coreografie che sono a metà strada fra la danza, lo sport e l‘arte circense. L’inesauribile e sempre sorprendente Moses Pendleton porta nel Teatro Verdi di Pordenone martedì 18, mercoledì 19, giovedì 20 febbraio 2014, alle 20.45, Alchemy, la sua ultima creazione per il gruppo di ballerini-illusionisti più famoso al mondo per la bellezza e la fantasia dei suoi spettacoli, assurti a veri e proprio cult. (E prima dello spettacolo, alle 19.30, nel bar del Teatro, l’happy hour con il Ristorante Moderno (costa 9 euro, prenotazioni entro le 12 del giorno stesso allo 0434 29009) “Alchemy”, l’arte dell’alchimia e l’alchimia dell’arte è un grande spettacolo multimediale realizzato dai superbi ballerini di Pendleton, un lavoro ricco di fantasia, di ironia, di bellezza, di mistero. Miscelando le sostanze base nei loro alambicchi e nelle loro fornaci, gli antichi alchimisti cercavano l’elisir di lunga vita o la formula dell’oro. Proprio così Pendleton, come in Bothanica ci trasportava in un viaggio surreale attraverso le stagioni dell’anno, in Alchemy ci svela i segreti dei quattro elementi primordiali – terra, aria, fuoco, acqua – per creare uno spettacolo che sprigiona arcane suggestioni e ci attira in una dimensione surreale. E’ inutile restare a rimuginare o trincerarsi dietro la convinzione che tutto sia già stato inventato, scritto, cantato e danzato, perché i Momix sono già dietro le quinte, pronti a infrangere questa convinzione e a lasciarci a bocca aperta. Perché succede, che lo si voglia o no, romanticamente, empaticamente o cinicamente. Ma succede. Il segreto sta nel taglio che Pendleton dà allo spettacolo: non viene rappresentato nulla di nuovo (in scena si narra degli elementi primordiali e della loro evoluzione materica, ndr) ma in una nuova prospettiva di analisi. C'è qualcosa di più sorprendente del guardare col microscopio qualcosa che abbiamo sempre avuto accanto e che pensiamo già di conoscere alla perfezione? In fondo cosa mai potrà racchiudere una goccia d'acqua? “Il mutamento dei corpi in luce e della luce nei corpi è strettamente conforme al corso della natura, che sembra prediligere le trasformazioni”, scrive Isaac Newton e riporta Pendleton nei suoi appunti. “Alchemy” è l’ incantesimo Momix al culmine della magia, con Moses Pendleton “mago dei maghi”…Gli alchimisti non lavoravano da soli; evocavano gli spiriti, perché li aiutassero nei loro riti segreti. Allo stesso modo si dispiega il processo creativo di Alchemy, con gli “apprendisti stregoni” Momix nel ruolo di supporti. Riusciranno a trovare la formula dell’elisir? Creeranno l’oro? Sicuramente, per chi crede nell’ arte dell’illusione e nell’ illusione dell’arte. Una cosa è certa: dopo Alchemy nessuno sarà uguale a prima! Info: www.comunalegiuseppeverdi.it  

SFOGLIA GIRO INVERNO!

Giro
Iscriviti alla nostra newsletter