- Giro FVG - https://www.girofvg.com -

Le giornate del cinema muto, 41ª edizione

Lon Chaney The Unknown (Lo sconosciuto) (US 1927) di Tod Browning Credit: George Eastman Museum

Da sabato 1 a sabato 8 ottobre 2022, il Teatro Verdi di Pordenone ospiterà la 41a edizione de “Le Giornate del Cinema Muto”.

Da Tod Browning ad Alfred Hitchcock, una settimana di proiezioni con musica dal vivo, seminari, presentazioni, conferenze, incontri, masterclasses e premiazioni.

Tutto finalmente in presenza.
Anche se non mancherà una selezione di proposte online per chi, pure quest’anno, non potrà raggiungere il Friuli per una full immersion nel cinema muto.

L’evento in apertura

Sabato 1° ottobre 2022 sarà la prima assoluta del nuovo restauro di The Unknown (Lo sconosciuto, 1927) di Tod Browning (regista anche di Dracula Freaks, fra gli altri).
Pellicola forte di una memorabile interpretazione di Lon Chaney affiancato da una ventitreenne Joan Crawford.
Rispetto a quella e alle altre versioni finora conosciute, la novità di queste Giornate è la nuova copia, più lunga di dieci minuti, ritrovata al Národní Filmový Archiv di Praga e restaurata dal George Eastman Museum di Rochester, contenente numerose sequenze inedite che aggiungono spessore ai personaggi e alla vicenda.
Eseguirà l’accompagnamento l’Orchestra San Marco di Pordenone.

L’evento in chiusura

Non si ricorda spesso che la carriera di Alfred Hitchcock iniziò negli anni Venti.
Prima dell’avvento del sonoro girò una decina di film, in molti dei quali sono già presenti i principali topoi della vasta produzione del futuro re del brivido.

A chiudere le Giornate, sabato 8 ottobre, sarà l’ultimo film interamente muto di Hitchcock, The Manxman (L’isola del peccato, 1929), tratto dal romanzo del 1894 di Hall Caine.
La nuova partitura del musicista britannico Stephen Horne è stata orchestrata da Ben Palmer e sarà eseguita, sotto la sua direzione, dall’Orchestra San Marco di Pordenone a cui si aggiungono alcuni musicisti specializzati in musica celtica.

Ti potrebbe interessare anche...  Tony Hadley a Udine con il 40th Anniversary Tour, a novembre 2022

L’evento è sostenuto dalla Sunrise Foundation for Education and the Arts e sarà replicato domenica 9 ottobre, sempre al Teatro Verdi di Pordenone.

Gli eventi speciali

Venerdì 30 settembre la preapertura, come da tradizione, riporta per una sera le Giornate del Cinema Muto a Sacile, nel Teatro Zancanaro, che ha ospitato il festival dal 1999 al 2006.
Sullo schermo la commedia Up in Mabel’s Room(Nella camera di Mabel, 1926) di E. Mason Hopper accompagnata dalla Zerorchestra diretta da Günter Buchwald.
Si replica giovedì 6 ottobre al Teatro Verdi di Pordenone.

Domenica 2 ottobre, in concomitanza con il suo centenario, sarà presentato di Nanook of the North (Nanuk l’Eschimese), realizzato dal regista ed esploratore Robert Joseph Flaherty.
Il film è considerato una pietra fondante del documentarismo.
L’accompagnamento composto dal musicista canadese Gabriel Thibaudeau, oltre ai flauti e alle percussioni prevede il canto di gola tipico degli Inuit, un suono quasi ultraterreno, per il quale arriveranno dal Canada a Pordenone due cantanti Inuit.

Il tradizionale evento musicale di metà settimana, mercoledì 5 ottobre, è un’epopea danese del 1920.
Saga Borgarættarinnar è il primo lungometraggio girato in Islanda, con meravigliose vedute del paesaggio islandese.
Il film è stato recentemente restaurato dal Danske Filminstitutet con il National Film Archive of Iceland.
Per l’accompagnamento musicale arriveranno dall’Islanda il compositore Þórður Magnússon e Bjarni Frimann, che dirigerà nell’esecuzione un ensemble di nove elementi.

Conrad Nagel, Aileen. Pringle Three Weeks (US 1924) di Alan Crosland. Credit: Museum of Modern Art, NY

Le principali retrospettive

Attesa da qualche anno, prende avvio (e proseguirà nel 2023) la retrospettiva “Ruritania”.

Un’ampia raccolta di film provenienti da tanti paesi diversi ma che in comune hanno l’ambientazione in regni di fantasia localizzati nei Balcani, in Ruritania, appunto.
Il successo internazionale del genere è testimoniato qui da titoli come:

Ti potrebbe interessare anche...  Giuseppe Giacobazzi al Teatro Verdi di Pordenone con “Il pedone”

Nel programma anche parodie, con grandi comici come Stan LaurelHarold LloydCharley Chase e, per esplorare il rapporto tra realtà e finzione, alcuni cinegiornali sulle autentiche famiglie reali dei Balcani.

La rassegna

A lungo considerata una delle più importanti attrici drammatiche americane dell’epoca muta e popolarissima in quegli anni, Norma Talmadge era un’interprete versatile, altrettanto capace in ruoli comici, che impersonò soprattutto all’inizio della sua carriera.
Accanto alle prime commedie alla Vitagraph si rivedranno pellicole di grosso budget – e di grande successo – che realizzò insieme al marito produttore Joseph Schenck per la Norma Talmadge Film Corporation, fra cui The Forbidden City (1918) di Sidney FranklinWithin the Law (1923) di Frank Lloyd e The Lady (1925) di Frank Borzage.

Altre importanti riscoperte e nuovi restauri completano il ricco e vario programma della 41a edizione, cui si aggiungono il già annunciato omaggio per i 90 anni della Mostra del Cinema di Venezia, molti film di viaggio, documentari sulle eruzioni dell’Etna dei primi anni Venti del Novecento, film coloniali olandesi, i titoli del canone (fra cui lo stesso Nanook) e alcuni fra i più antichi reperti cinematografici.

Per il programma completo clicca qui.

Biglietti

Il costo del biglietto per ogni film (o compilation di film nel caso di corti o mediometraggi) è di 10€.

Eccezioni sono: spettacolo di apertura, chiusura, evento della domenica e del mercoledì.
Il biglietto sarà di 20€.

Ti potrebbe interessare anche...  Mercatini di Natale 2022 in Friuli Venezia Giulia

I biglietti per gli spettacoli sono disponibili sia online a partire dal 21 settembre 2022, sia presso la cassa delle Giornate.

Per maggiori info clicca qui.

Non sono previsti biglietti per poter accedere alla proiezione online dei singoli eventi ma solo l’abbonamento per tutta la manifestazione.

Per maggiori info clicca qui.

Le Giornate del Cinema Muto sono realizzate grazie al sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, del Ministero della Cultura – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, del Comune di Pordenone, della Camera di Commercio Pordenone-Udine e della Fondazione Friuli.

Info: Giornate del cinema muto