- Giro FVG - https://www.girofvg.com -

La scuola adotta un monumento. A Trieste adottato il Teatro Romano.

scuola adotta museo

La scuola adotta un monumento®”
Dal 2 al 6 maggio 2016 il Teatro Romano di Trieste apre i suoi cancelli e diventa palestra di storia grazie a 425 alunne e alunni dell’Istituto Comprensivo di via Commerciale di Trieste

Un fitto calendario di visite guidate e di spettacoli teatrali animerà dal 2 al 6 maggio prossimi il Teatro Romano di Trieste, grazie alle alunne e agli alunni delle scuole primarie, secondarie e dell’infanzia dell’Istituto Comprensivo di via Commerciale a Trieste che lo hanno adottato per imparare a conoscerlo e per farlo conoscere anche a quanti vorranno partecipare a questa gioiosa kermesse primaverile.

E così si travestiranno, calandosi nella storia, per le visite animate, svolte in italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo, nelle giornate del 2 e del 6 maggio.

Saranno il primopilo Quinto Petronio Modesto, l’architetto Pietro Nobile, l’archeologo Antonio Macchioro, accompagnati da un coro su tre postazioni fisse. Andranno a spasso nel tempo con l’entusiasmo e l’incertezza della loro giovane età ma, al tempo stesso, con l’impegno e la serietà di un compito importante: far conoscere al pubblico la millenaria vita del teatro romano, uno dei monumenti più importanti della Città di Trieste.

E ancora, il 3 maggio, con la rappresentazione “A spasso nel tempo”, trasporteranno nella Trieste di oggi personaggi illustri della storia e della mitologia romane, mentre i più piccoli si esibiranno il 4 maggio nello spettacolo “Fedro. Ci racconti una favola? Piccoli spettatori romani a teatro”.

Infine il 5 maggio andrà in scena “Heroes Heroidesque”, quattro brevi rappresentazioni che riprendono lo schema degli agoni teatrali ateniesi, in cui a tre rappresentazioni tragiche ne seguiva una che rasserenava gli animi, inducendo gli spettatori al riso. Quest’ultimo spettacolo è stato allestito nell’ambito del “Progetto Teatro” della Scuola “G. Corsi”, coordinato da Elisabetta Gustini, per promuovere la sinergia tra scuola e strutture culturali e della ricerca.

Ti potrebbe interessare anche...  I Cieli e le Terre di Tiepolo - Incontro d’arte e visita guidata a Gorizia

Le visite guidate saranno aperte al pubblico, su prenotazione, mentre gli spettacoli teatrali saranno dedicati solo alle famiglie delle alunne e degli alunni, poiché la struttura, per motivi di sicurezza non consente, al momento, un grande afflusso di pubblico.

In caso di maltempo l’evento slitta alla settimana successiva (visite guidate il 9 e il 13 maggio).

L’evento si svolge nell’ambito del Progetto Nazionale “La Scuola adotta un monumento®”, un progetto didattico nato a Napoli nel dicembre 1992, su iniziativa della Fondazione Napoli Novantanove, d’intesa con il Provveditorato agli Studi e le Soprintendenze, con finalità di educazione permanente al rispetto e alla tutela del patrimonio storico-artistico e più in generale dell’ambiente .

Nel maggio 2014 il Progetto è stato inserito nel Protocollo d’Intesa firmato dal Ministero dell’Istruzione e dal Ministero dei Beni culturali come esempio di buona pratica ventennale.

Trieste, grazie all’adozione del Teatro romano da parte dell’Istituto Comprensivo di via Commerciale, è la prima città del nord-est ad aver aderito al progetto, sulla base di una Convenzione con la Soprintendenza Archeologia del Friuli Venezia Giulia.

La finalità è “l’educazione permanente al rispetto e alla tutela del patrimonio archeologico e muove dal riconoscimento della centralità della scuola nella formazione della cultura e dei comportamenti dei cittadini, individuando nelle nuove generazioni il soggetto privilegiato per l’affermazione di una diversa consapevolezza del bene culturale”.

L’intento è quello di consentire la riapertura e la fruizione dell’intera struttura teatrale, nella sua doppia funzione di edificio teatrale e di bene archeologico, promuovendone la valorizzazione e la conoscenza.

Il progetto coordinato per l’I.C. di via Commerciale dalle insegnanti Patrizia Donat e Maria De Caro, coinvolgerà per tre anni 425 alunne e alunni e 36 insegnanti. Un impegno notevole per destinare nuovamente questo spazio alla sua funzione originaria e per riscoprire e restituire alla cittadinanza uno dei monumenti più antichi e significativi di Trieste.

Ti potrebbe interessare anche...  La marcia degli anfibi - Visita guidata naturalistica gratuita

Nel Progetto sono coinvolti, oltre alla Soprintendenza Archeologia, che ha supportato nei momenti formativi gli alunni e gli insegnanti attraverso l’apporto dei suoi Servizi Educativi, il Comune di Trieste e la Provincia di Trieste che hanno entusiasticamente aderito all’importante iniziativa.

L’iniziativa si avvale del contributo della Fondazione CRTrieste e del Comune di Trieste.

VEDI IL PROGRAMMA COMPLETO

Prenotazione per le visite guidate al seguente indirizzo email: [email protected]