- Giro FVG - https://www.girofvg.com -

In autostrada obbligo di pneumatici da neve o catene a bordo dal 15 novembre 2019

Da venerdì 15 novembre 2019 scatta l’obbligo di pneumatici da neve o catene sulle autostrade del Friuli Venezia Giulia.

Le ordinanze emanate dalle concessionarie Autovie Venete e Autostrade per l’Italia prevedono che nel periodo compreso fra il 15 novembre 2019 e il 15 aprile 2020, tutti i veicoli in transito sulle autostrade del Friuli Venezia Giulia, ad esclusione delle moto, debbano dotarsi su tutte le 4 ruote di pneumatici invernali (da neve) conformi alle disposizione della direttiva comunitaria 92/33CE, o di avere a bordo catene o altri mezzi antisdrucciolevoli omologati idoeni ad essere utilizzati prontamente qualora si renda necessario.
I veicoli a quattro ruote motrici dovranno montare le catene sugli pneumatici posteriori.

L’annuncio sarà pubblicato sui pannelli a messaggio variabile e prima di ogni entrata in autostrada. Inoltre anche lungo tutta la rete sono presenti i cartelloni che ricordano a chi transita l’obbligo in vigore e la durata.

Non avere le gomme invernali o le catene, oltre a ridurre la sicurezza di chi guida e di chi transita, comporta, in caso di controllo da parte delle forze dell’ordine, una sanzione pecuniaria e un provvedimento di interdizione del transito fino a quando la vettura non viene adeguatamente equipaggiata.
Le gomme invernali e le catene fanno la loro parte; Autovie con le squadre della manutenzione si impegna a prevenire la formazione del ghiaccio e a pulire tempestivamente il manto stradale in caso di precipitazioni nevose, ma per un viaggio sicuro – in condizioni meteo difficili – è fondamentale adottare uno stile di guida prudente e responsabile

I tratti autostradali in FVG in cui vige l’obbligo

L’ordinanza coinvolge i veicoli e motoveicoli che transitano:
– sulla autostrada A4 Venezia-Trieste fino a Sistiana– tra il km 406+976 ed il km 522+32 L in entrambe le direzioni di marcia;
– sulla autostrada A28 Portogruaro-Conegliano da Portogruaro all’interconnessione con la A27 (Conegliano), tra il km 0+000 ed il km 48+750, in entrambe le direzioni di marcia;
– sulla autostrada A23 Palmanova-Udine da Udine Sud fino all’interconnessione con la A4  (Palmanova), tra il km 0+000 ed il krn 18+550, in entrambe le direzioni di marcia;
– sulla autostrada A34 Villesse-Gorizia sull’intera tratta da Villesse a Gorizia, tra il km 0+000 ed il km 16+993, in entrambe le direzioni di marcia;

Nel periodo di vigenza dell’obbligo i ciclomotori a due ruote e i motocicli possono circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto.

Autovie Venete comunica inoltre che in primavera, in caso di condizioni meteo particolarmente favorevoli e temperature alte, l’obbligo di catene a bordo potrebbe cessare anticipatamente; in questo caso verrà data ampia comunicazione per tempo.

Anche le altre concessionarie autostradali confinanti con il Friuli Venezia Giulia applicano lo stesso obbligo.
Oltre ad Autovie Venete (gestione autostrada A4 Venezia-Trieste):
– Autostrade per l’Italia  (gestione della A27 Venezia Belluno);
– CAV S.p.A. (gestione della A57 tangenziale di Mestre e del tratto della A4 denominato Passante di Mestre);
– Dars  (concessionaria autostradale slovena);
– Asfinag  (concessionaria autostradale austriaca).

In Austria, Slovenia e Croazia, l’obbligo è sancito dalla legge.

L’obbligo sulle strade gestite da ANAS e da FVG Strade

Anche ANAS S.p.A. e FVG Strade hanno emesso ordinanze simili.
VEDI LE STRADE REGIONALI E ANAS IN FVG IN CUI VIGE L’OBBLIGO DI CATENE O PNEUMATICI DA NEVE

A beneficio della sicurezza, si raccomanda a tutti coloro che non hanno pneumatici da neve di tenere a bordo dei propri mezzi, per il medesimo periodo, le catene da neve da utilizzare in caso di brutto tempo, anche nei tratti stradali ove non vige l’obbligo di legge.

 

Quali pneumatici usare?

Il Codice della Strada considera pneumatici invernali quelli identificati dalla sigla M+S, MS; M-S, M&S, (mud + snow, ovvero fango e neve). Le gomme termiche sono solitamente riconoscibili anche dal simbolo del fiocco di neve all’interno di una montagna a tre cime che certifica che lo pneumatico ha superato specifici test. Chi viaggia sprovvisto di gomme invernali o di catene da neve a bordo rischia di incorrere in una sanzione pecuniaria minima di 84 euro e in una sanzione accessoria che prevede la decurtazione di tre punti dalla patente nonché il fermo del veicolo. Ma è davvero così importante usare tipologie di gomme diverse in estate e in inverno? Massimiliano Bertocci, ex pilota di rally, oggi formatore e istruttore dalla lunga esperienza di guida sicura, spiega perché non solo è importante, ma fondamentale. “Lo pneumatico è l’unico elemento di contatto tra il manto stradale e la vettura e quindi è indispensabile che sia sicuro e utilizzato in modo corretto. Come? Mantenendolo in ottime condizioni, con una periodica manutenzione: solo così si può viaggiare in modo sicuro, ottenendo dalla propria auto una buona aderenza al terreno percorso.

 

Stagione che vai, pneumatico che cambi.
Quali sono i rischi nel viaggiare su ghiaccio e neve con le gomme estive?

Prima di uscire di casa valutiamo che tempo fa e ci regoliamo di conseguenza. Le scarpe devono essere adatte (così come l’abbigliamento) a seconda che piova o meno, alla temperatura, se l’asfalto è asciutto o meno. Lo stesso discorso possiamo applicarlo alle gomme: la loro tipologia costruttiva, estiva o invernale, darà il meglio di sé a seconda della stagione.  Non adattando il corretto pneumatico l’auto non ha una buona aderenza al manto stradale e c’è un maggior consumo di carburante.

 

Un esempio di rischio concreto?

Lo spazio di frenata. Con gli pneumatici invernali, a una temperatura che si aggira intorno ai 7 gradi, si raggiungono spazi di frenata più brevi, fino al 15% rispetto a uno pneumatico estivo, sia su strada asciutta, che su una innevata o bagnata. Maggiore, invece, sarà lo spazio di frenata se l’automobile indossa pneumatici invernali nei mesi più caldi, quasi il 50% in più, rispetto a una gomma estiva.

 

Quali sono le differenze fra uno pneumatico invernale e uno estivo?

Gli pneumatici invernali sono realizzati appositamente per affrontare le temperature rigide (o mediamente fredde) e per i casi di pioggia invernale o neve sul terreno. Di fatto, questi pneumatici, detti anche lamellari, hanno una “finestra” della loro massima performance che è inferiore alle temperature di 7 gradi, ma garantiscono un’ottima performance anche intorno ai 9 gradi.

Lo pneumatico ha il suo massimo rendimento quando raggiunge una certa temperatura ovvero si scalda. Gli pneumatici invernali sono infatti costruiti per poter raggiungere – in movimento – una loro temperatura interna, così da risultare il più efficace possibile. Queste gomme hanno un battistrada disegnato appositamente per scaricare il più velocemente possibile l’acqua e la neve.

Lo pneumatico estivo garantisce, ovviamente, una buona performance nei mesi più caldi. È costruito appositamente per essere utilizzato ad alte temperature.

 

Alcuni consigli su come guidare in caso di maltempo?

Ambiente e clima: dobbiamo renderci conto del contesto, adattarci alla situazione e adeguare la guida di conseguenza. Quando le condizioni metereologiche sono molto critiche, pioggia fitta o neve, è opportuno adottare un atteggiamento “difensivo” e “preventivo”. Bisogna ridurre la velocità, aumentare la distanza di sicurezza e fare manovre più morbide. Un occhio di riguardo all’auto: è importante controllare precedentemente che le spazzole dei tergicristalli siano in ottime condizioni, che ci siano liquido antigelo e acqua sufficiente nel serbatoio per poter ripulire costantemente il parabrezza da eventuali sporcizie provenienti dalla strada.

 

Redazione Giro