- Giro FVG - https://www.girofvg.com -

Il presidente della Regione Illy inaugura “Un biel vivi” a Flaibano

"La qualità della vita, o in friulano 'Un biel vivi', rappresenta una delle maggiori ricchezze del Friuli Venezia Giulia, che puó essere valorizzata e fatta conoscere proprio attraverso i prodotti enogastronomici e dell'artigianato del territorio". Lo ha detto il presidente della Regione Riccardo Illy, che ieri sera a Flaibano ha inaugurato la dodicesima edizione di "Un biel vivi", la manifestazione itinerante organizzata dai Comuni, dalla Comunità collinare del Friuli e dalle Pro loco per promuovere i prodotti della collina.
 
Ad accogliere Illy a Flaibano, dove era presente anche l'assessore regionale per le Autonomie locali Franco Iacop, è stato il sindaco Stefano Fabbro e la Giunta, presenti anche i consiglieri regionali Paolo Menis, Roberto Molinaro e Giorgio Venier Romano. Hanno accolto Illy anche numerosi sindaci e amministratori dell'area collinare, con il presidente della Comunità collinare Lorenzo Cozzianin, assieme al presidente della Pro loco di Flaibano Carlo Zavagni e al presidente del Consorzio fra le pro loco Bruno Perini.

Nel suo intervento, Illy ha voluto sottolineare il ruolo del volontariato che, attraverso le Pro loco, "rende possibile l'organizzazione di tantissime manifestazioni in Friuli Venezia Giulia, che rivestono un importante ruolo nella promozione turistica e quindi nella crescita economica del territorio".

Di particolare importanza, secondo Illy, la manifestazione "Un biel vivi" perché "promuove contemporaneamente cibi, vini e prodotti artigianali dell'area collinare attraverso la collaborazione fra Comunità, Comuni e Pro loco, rappresentando un esempio e un modello da imitare anche per altri territori del Friuli Venezia Giulia". Il presidente è stato accompagnato quindi in visita alla manifestazione, che si snoda lungo le vie del centro storico di Flaibano, valorizzando in particolare gli antichi cortili.

Ti potrebbe interessare anche...  Altri nuovi servizi nelle stazioni per agevolare il trasporto della bicicletta sul treno

Fonte:AGS