- Giro FVG - https://www.girofvg.com -

Giorno della Memoria 2019

Il “Giorno della Memoria” è la ricorrenza istituita dal Parlamento italiano con legge 211 del 20 luglio 2000, per ricordare l’abbattimento dei cancelli di Auschwitz e lo sterminio e le persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti.

La scelta della data ricorda il 27 gennaio 1945 quando le truppe sovietiche dell’Armata Rossa, nel corso dell’offensiva in direzione di Berlino, arrivarono presso la città polacca di Oświęcim (nota con il nome tedesco di Auschwitz), scoprendo il suo tristemente famoso campo di concentramento e liberandone i pochi superstiti.
La scoperta di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono compiutamente per la prima volta al mondo l’orrore del genocidio nazista.

Articolato il programma d’iniziative e appuntamenti anche in tutto il Friuli Venezia Giulia. Eccone alcune di molto significative.

I programmi sono ancora in fase di definizione e presto ci saranno aggiornamenti.
Torna a trovarci per tutte le informazioni!

TRIESTE

Il “Giorno della Memoria”, sarà ricordato a Trieste con un ricco e articolato programma di celebrazioni, appuntamenti e iniziative culturali promossi dal Comune di Trieste e realizzati dal Civico Museo della Risiera di San Sabba insieme ad altre istituzioni, associazioni  e realtà attive sul territorio.

PROGRAMMA EVENTI:

• Da martedì 22 a sabato 26 gennaio 2019, alle ore 21.00, alla sala Bartoli del Politeama Rossetti “La memoria e la scelta”, serata dedicata alla Giornata della Memoria, a cura di Paola Pini, con interventi musicali, filmati e letture degli studenti del Petrarca, del Carducci/Dante, del Prešeren, del Galilei e dell’Oberdan.

Giovedì 24 gennaio, alle ore 17.30, nella sala della Risiera di San Sabba, conferenza del prof. Tristano Matta su “Medicina e razzismo di stato. Una rassegna storiografica”.

Martedì 29 gennaio, alle ore 17.00, nella sala Bazlen di palazzo Gopcevich, in via Rossini 4, ci sarà  la presentazione del volume del prof. Costantino Di Sante Criminali del campo di concentramento di Bolzano”.
– Ancora alle ore 17.00, all’auditorium del museo Revoltella di via Diaz 27, sarà presentato il volume “Il cielo pure è in pianto. L’Olocausto nelle poesie delle bambine e dei bambini”.

inoltre ci saranno anche visite guidate gratuite alla Risiera di San Sabba, a cura dell’Associazione Guide Turistiche del Friuli Venezia Giulia (massimo 30 persone), sono previste per sabato 26 gennaio 2019 alle ore 11.00 e alle ore 14.00 e domenica 27 gennaio 2019 alle ore 10.00.

• sabato 26 gennaio 2019, con ritrovo alle ore 16.30 e partenza alle 17.00, nel piazzale antistante lo stadio Grezar, si terrà il corteo che attraverserà le vie Valmaura e Ratto della Pileria per arrivare all’interno della Risiera di san Sabba, dove il “Coro Partigiano Triestino Pinko Tomažič” terrà un breve concerto.

• domenica 27 gennaio 2019 alle ore 9:15, a cura della Questura di Trieste e dell’Associazione “Giovanni Palatucci Onlus”, ci sarà la deposizione di una corona d’alloro ai piedi della lapide che nelle carceri del Coroneo ricorda Giovanni Palatucci.

– alle ore 9:30, a cura dell’Associazione nazionale ex deportati di Trieste assieme a studenti e cittadini, dal Coroneo partirà una marcia silenziosa che raggiungerà la Stazione Centrale. Qui, sul  lato di via Flavio Gioia, sarà deposta una corona sulla lapide che ricorda la partenza dei convogli dei deportati verso i campi nazisti dal settembre 1943 al febbraio 1945.

– alle ore 11:00, alla Risiera di San Sabba, monumento nazionale, unico campo di sterminio nazista con forno crematorio in Italia, si terrà la solenne cerimonia del “Giorno della Memoria 2019” con la deposizione di corone d’alloro da parte di Regione FVG, Prefettura e Comune di Trieste e delle Associazioni e dei gruppi che partecipano alla commemorazione.

– alle ore 12:00, studenti  delle scuole triestine leggeranno passi selezionati dallo spettacolo “La memoria e la scelta”.

– alle ore 18:00, nella sala Victor de Sabata del Teatro Verdi di Trieste, si terrà il concerto per la Giornata della Memoria “Oltre la Shoah”, con musiche di J. V. Gilse, V. Levi e F. Schreker eseguite dall’Orchestra della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi, diretta da Davide Casali.

• Tra le altre proposte didattiche in programma si segnalano gli appuntamenti con l’ esposizione «Basta, qui siamo finiti!» 1938: le leggi razziste a Trieste. Fino al 29 febbraio 2019 al Museo della Comunita ebraica di Trieste“Carlo e Vera Wagner”, via del Monte 7. Orari di apertura (escluse festività ebraiche e civili): lunedì 10-13, martedì 16-19, mercoledì 10-13, giovedì 10-16, venerdì 10-13. Ingresso libero.

•  “Cinema e Shoah”, XV esima edizione a cura del Comitato Pace Convivenza e Solidarietà Danilo Dolci e del Circolo cinematografico Charlie Chaplin. Nel Centro Studi Unicusano di via Fabio Severo 14a alle ore 9.00 per le scuole secondarie di I e II grado, e alle ore 21.00 per adulti seguendo il seguente programma: 24 gennaio “Dal ritorno” (2015 di Giovanni Cioni); 25 gennaio “Il labirinto del silenzio” (2014 di Giulio Ricciarelli); 29 gennaio “Il viaggio di Fanny “(2016 di Lola Doillon); 31 gennaio “Il figlio di Saul” (2015 di Laszlo Nemes). Prenotazioni via mail: [email protected].

GEMONA(UD)

Da giovedì 24 gennaio 2019 la Cineteca del Friuli presenta al Cinema Sociale di Gemona “L’Uomo dal cuore di ferro”, sull’ascesa dello spietato gerarca nazista Reinhard Heydrich e sul commando cecoslovacco che lo ferì a morte.
Il ciclo della Memoria proseguirà poi a febbraio.

Come ogni anno, la Cineteca del Friuli proporrà al Cinema Sociale film e documentari sul tema dell’Olocausto anche nelle settimane successive al Giorno della Memoria. Fra i titoli in programma a febbraio si segnala “Chi scriverà la nostra storia” di Roberta Grossman, che per la prima volta porta sullo schermo la storia dell’archivio di Oyneg Shabes, il gruppo segreto guidato dallo storico Emanuel Ringelblum che ha lasciato al mondo la più grande raccolta di testimonianze oculari della vita nel ghetto di Varsavia durante l’occupazione nazista.

UDINE

In occasione dell’anniversario della liberazione dal campo di sterminio di Auschwitz, a Udine un ricco calendario di appuntamenti, per riflettere e commemorare le vittime della Shoah.

Da venerdì 18 gennaio a domenica 17 febbraio 2019, presso le Gallerie del Progetto di Palazzo Morpurgo in Via Savorgnana 12, si terrà la mostra dal titolo “Aurelio e Melania Mistruzzi, giusti tra le nazioni”. L’esposizione è dedicata allo scultore Aurelio Mistruzzi e alla moglie Melania Yaiteles compresi tra i giusti delle nazioni nel museo Yad Vashem di Gerusalemme per aver aiutato gli ebrei perseguitati a Roma. Si racconta la vita privata e il coraggio civile dei Mistruzzi affiancando alle foto di famiglia alcune delle opere realizzate dall’artista. La mostra è organizzata dai Civici Musei di Udine in collaborazione con il Liceo Artistico G. Sello di Udine e curata da Gabriella Bucco e Silvia Bianco. L’inaugurazione avrà luogo sabato 19 alle ore 17.30. Gli orari saranno i seguenti: il venerdì dalle 14.30 alle 17.30 e il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 17.30. Saranno effettuate aperture straordinarie per gruppi e scolaresche su prenotazione. Per informazioni: www.civicimuseiudine.it. L’ingresso è libero.

PROGRAMMA EVENTI

Domenica 20 gennaio 2019
•presso il cinema Visionario, alle ore 20.30 sarà proiettato il film dal titolo “1938 quando scoprimmo di non essere più italiani” di pietro suber. Il film documentario ricostruisce le vicende che portano dalle leggi antiebraiche alla deportazione degli ebrei italiani (1943-1945) attraverso cinque storie raccontate in gran parte dai diretti protagonisti. Una delle vicende raccontate è quella di Lea Polgar, ebrea fiumana, che, assieme a Pietro Suber, sarà l’eccezionale ospite della serata. L’evento è curato dal Centro Espressioni Cinematografiche. Per informazioni: [email protected] – tel. 0432 299545. Evento a pagamento.

Ti potrebbe interessare anche...  Il segno Modiano, 150 anni di arte e impresa - Mostra a Trieste

Lunedì 21 gennaio 2019
• al cinema Visionario, alle ore 10.15 lo stesso film sarà proiettato per le scuole.

Giovedì 24 gennaio 2019
• in Sala Ajace, a Palazzo D’Aronco, alle ore 17.30 si terrà la conferenza “Italia fascista e Germania nazista. Politiche, razzismo, linguaggio e società a confronto” durante la quale verrà fatta un’analisi sull’uso del razzismo e della violenza come strumento di potere. La relatrice sarà Antonella Tiburzi, storica e docente presso Libera Università di Bolzano. L’iniziativa e a cura dell’Aned.

Venerdì 25 gennaio 2019
• presso le Gallerie del Progetto di Palazzo Morpurgo, in sala Valle, in via Savorgnana 12, alle ore 17:00 si svolgerà l’incontro intitolato “Ebrei di Fiume in transito a Udine per Auschwitz”. Il relatore, Elio Varutti, racconterà delle molte persone di buona volontà cercarono di dare sostegno ai deportati nei vagoni merci tedeschi che, diretti in Germania, sostavano a Udine. Alcuni davano acqua e un po’ di cibo ai prigionieri, altri raccoglievano i foglietti di carta con i loro dati da inviare ai parenti.

Martedì 29 gennaio 2019
• alle ore 20:30, presso la Parrocchia di San Pio X, nella Sala del Giubileo in via A. Mistruzzi 1, avrà luogo la relazione “Le leggi razziali italiane del 1938” nella quale interverranno Tiziana Menotti su “Il ghetto ebraico di Varsavia” ed Elio Varutti su “Ebrei iugoslavi salvati dall’esercito italiano al campo di concentramento di Arbe, Dalmazia”. Evento a cura del Gruppo Culturale Parrocchiale di San Pio X.

Venerdì 1 febbraio 2019
• presso le Gallerie del Progetto di Palazzo Morpurgo in Sala Valle, alle ore 17.00 si terrà l’incontro “Elio Morpurgo, ebrei di Udine deportati”. Il relatore, Valerio Marchi, racconterà di Elio Morpurgo, l’ebreo udinese più noto e illustre, arrestato dai nazisti presso l’ospedale civile di Udine il 26 marzo 1944. Pochi giorni appresso, fu caricato su un convoglio per Auschwitz. Morì durante il trasporto. Recenti ricerche hanno permesso di scoprire il percorso e la destinazione.

Venerdì 8 febbraio
• sempre presso le Gallerie del Progetto di Palazzo Morpurgo, in Sala Valle, alle ore 17.00 si terrà l’incontro dal titolo “Pio Paschini, Giuseppe Vale e la famiglia Mistruzzi: memorie di un’amicizia nella corrispondenza epistolare” in cui la relatrice Michela Giorgiutti presenterà la famiglia Mistruzzi attraverso la fitta corrispondenza tra Aurelio Mistruzzi, Pio Paschini e Giuseppe Vale. Dalle cartoline e dalle lettere emergono particolari sulla vita privata e curiosità sul noto scultore.

Domenica 10 febbraio 2019
• in Casa Cavazzini, alle ore 11.00, nell’ambito del festival “Viktor Ullmann” si terrà il concerto per clarinetto e pianoforte “Musiche di compositori ebrei della shoa”, a cura dell’Associazione “Musica Libera”.

Sabato 23 febbraio 2019
• al cinema Visionario, alle ore 11.00 sarà proiettato il film per le scuole “1938 Vita Amara” di Sabrina Benussi (italia, 2018). Il film nasce da un progetto di alternanza scuola-lavoro al Liceo Petrarca di Trieste in collaborazione con il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Trieste e con il Museo della Comunità Ebraica di Trieste “Carlo e Vera Wagner”, in occasione degli ottanta anni delle leggi razziali annunciate da Mussolini proprio a Trieste il 18 settembre 1938. Gli studenti e le studentesse hanno svolto attività di ricerca in archivi privati e pubblici con l’aiuto di storici e intervistando testimoni le cui vicende ebbero inizio proprio con l’espulsione dal liceo ginnasio da loro frequentato fino al 1938. Alla proiezione sarà presente la regista Sabrina Benussi. L’evento è a cura del Centro Espressioni Cinematografiche. Per informazioni e prenotazione biglietti: [email protected] – tel. 0432 299545.

Da venerdì 22 febbraio a domenica 31 marzo 2018
• presso Gallerie del Progetto di Palazzo Morpurgo, al 2° piano nobile, sarà visitabile la mostra intitolata “Schedati, perseguitati, sterminati” a cura della Società Tedesca della Psichiatria, Psicoterapia e Psicosomatica (dgppn), con la sezione aggiuntiva dal titolo “Malati, manicomi e psichiatri in italia. Dal ventennio fascista alla seconda guerra mondiale”. Dopo più di settant’anni le società psichiatriche italiane e tedesche presentano un contributo volto al riconoscimento delle persone con disabilità psichiatrica e fisica come vittime della persecuzione del nazionalsocialismo e del fascismo e alla conoscenza delle storie delle persone e delle responsabilità della psichiatria e della medicina per i crimini commessi. La sezione aggiuntiva è a cura della Società Italiana della Psichiatria (sip). L’adattamento italiano a cura di Netforpp Europa. Per informazioni: [email protected]. La mostra sarà inaugurata venerdì 22 alle ore 18.00 e sarà visitabile con i seguenti orari: il venerdì dalle 14.30 alle 17.30 e il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 17.30. Saranno possibili aperture straordinarie per gruppi e scolaresche su prenotazione (non più di 30 persone). Le prenotazioni vanno effettuare scrivendo a [email protected] o chiamando il 345221557. La mostra è a cura della Cooperativa Guarnerio con il patrocinio della Regione FVG del Dsm, dell’Asuiud e dell’Anpi. Ingresso libero.

Sabato 23 febbraio 2019
• nel Salone del Parlamento del Castello di Udine, alle ore 10.00 si terrà il convengo dal titolo “Una storia che ci appartiene… come l’ombra alla luce”. Chiara Volpato, Michael Von Cranach e altri terranno relazioni e testimonianze sui temi della storia della psichiatria nazionalsocialista e fascista, delle strategie di disumanizzazione, della memoria e delle esperienze di trasformazione e resistenze nel passato e presente. L’evento è a cura della Cooperativa Guarnerio con il patrocinio della Regione FVG, del Dsm, dell’Asuiud e dell’Anpi.

ZUGLIANO (UD)

Domenica 27  gennaio 2019 alle ore 18:00 preso il Centro Balducci si celebra la giornata della memoria con l’attenzione a quella variabile che non è solo linguistica, ma di contenuto: quella cioè di non “fare memoria” relegandola in una giornata pure importante, bensì di “vivere la memoria”, di “essere la memoria” con la disponibilità e l’impegno quotidiani della nostra vita.

PORDENONE

Il Giorno della Memoria che ricorre il 27 gennaio, si celebra con numerose iniziative a Pordenone

Pordenone e la Memoria

Sabato 19 gennaio 2019
• In occasione della giornata della memoria sabato 19 gennaio alle ore 20:45 presso la Sala Convegni di Villa Frova sarà presentato il libro “Il clarinetto del rabbino Smuhel” alla presenza dell’autore Luigino Bravin.
La serata sarà accompagnata da brani musicali a cura di Carlo Bravin – sax contralto e baritono e Michele Uliana – clarinetto
Lunedì 28 gennaio 2019
• Ore 9:30 Deposizione corona al Monumento del Deportato e interventi autorità – P.zza Maestri del Lavoro
• Ore 10:00 Deposizione corona alla targa commemorativa “Giorno della memoria” – Sede ex-Provincia di Pordenone – Corso Garibaldi
• Ore 10:15 Consegna medaglie d’onore – Sala consiliare sede ex-Provincia
• Ore 10:30 Incontro con l’autore Marcello Kalowski “La Shoa, la testimonianza, la memoria. Il silenzio dei sopravvissuti” – Sala consiliare sede ex-Provincia
Dal 29 gennaio 2019 al 15 febbraio 2019 presso la Biblioteca civica
•Chiostro: esposizione dei lavori delle alunne e degli alunni delle classi quarte – Scuola Primaria
•“Antonio Rosmini”, realizzati per il concorso nazionale “I Giovani ricordano la Shoah”.
•Piano terra: esposizione di documenti originali, relativi alla storia ed al magistero di Angela Cameo.
Mercoledì 30 Gennaio 2019 alle ore 10:30 presso il Duomo Concattedrale di San Marco
•Concerto con la partecipazione di: Coro stabile della Scuola Primaria “A. Rosmini” – “Orchestra Lozer” della scuola Secondaria “G. Lozer” – ensemble del “laboratorio musicale Lozer” – Coro e Orchestra “P. P. Pasolini”, Coro e orchestra “Centro Storico”, Coro e Gruppo Musicale del progetto Scientifico Musicale della Scuola Media “Don Bosco”, gruppo vocale e strumentale dell’Istituto “Vendramini”, Orchestra “LeoMajor”, Coro Sing IN’ Pordenone.
Lunedì 4 Febbraio 2019 alle Ore 20:30 presso Ex Convento San Francesco
• L’Associazione Filarmonica Pordenone e Ensemble Aetatis Harmoniae nel Concerto per la Memoria. Musiche e pagine tratte dalla cultura ebraica e dalla memoria della Shoah.
Giovedì 7 Marzo 2019 alle ore 20:30 presso la Biblioteca Civica nella Sala T. Degan e Venerdì 8 Marzo 2019 alle ore 9:00 presso il Centro Studi – Aula Magna
• Dissidenti per necessità. Gli Ebrei perseguitati dalle prime leggi razziste. Incontro con Donatella Di Cesare.
PER LE SCUOLE
In programma anche numerose iniziative dedicate alle scuole su prenotazione: incontri, proiezioni, spettacoli, visite ai luoghi della città e viaggi di istruzione a Trieste. Info e recapiti nel depliant allegato.

Info: Comune di Pordenone – Tetro Comunale Giuseppe Verdi

Ti potrebbe interessare anche...  Laguna d’autunno 2020, in barca tra colori e paesaggi mozzafiato

RESIA (UD)

A Prato di Resia sabato 27 gennaio 2018:

Ore 11.00 Messa alla Pieve di Santa Maria Assunta e deposizione di una corona presso la targa in Municipio.

Info: Comune di Resia

SAN CANZIAN D’ISONZO (GO)

Lunedì 28 gennaio 2019
• alle ore 18.00 conferenza della professoressa Silvia Bon, ricercatrice storica, con la proiezione di immagini della persecuzione degli Ebrei a Trieste e nella Regione presso la Sala Parrocchiale Don L. Baroncini.

Martedì 29 gennaio 2019
• alle ore 10.00 inaugurazione della mostra degli elaborati degli alunni delle classi terze Scuola Primaria Secondo Grado dell’Istituto Comprensivo Dante Alighieri di San Canzian d’Isonzo, presso la Sede del Comune di San Canzian d’Isonzo a seguire la commemorazione storica tenuta dalla professoressa Silvia Bon nella sala consigliare. Proiezione diapositive sul tema.

GONARS (UD)

Un incontro nel sito dell’ex campo di concentramento di Gonars in occasione del Giorno della Memoria: è una nuova iniziativa della Pro Torviscosa, che permetterà agli intervenuti di conoscere una storia del tutto inedita che collega le deportazioni di civili jugoslavi del 1942-1943 con Torviscosa e con la sua esperienza industriale.

Delle vicende della SNIA di Torviscosa si occupa da anni Mareno Settimo, che ha condotto approfondite ricerche in archivi italiani e stranieri e si è imbattuto anche in documenti riguardanti l’attività della SNIA a Kocevie durante la guerra. Su invito della Pro Torviscosa, sarà quindi proprio lui ad illustrare questa parte della storia il prossimo 27 gennaio 2019. L’appuntamento è per le ore 11.00 nel sito dell’ex campo di concentramento di Gonars oppure, per chi parte da Torviscosa, alle ore 10.30 davanti al bar Circolo.

SAN VITO AL TAGLIAMENTO (PN)

• Venerdì 25 gennaio 2019 dalle ore 15:30 presso la Sala Consiliare di San Vita al Tagliamento si svolgerà una lettura integrale de “Gli Utermenschen” di Pino Maieron, a cura della Biblioteca Civica e in collaborazione con l’Associazione Polaris.

Venerdì 26 gennaio 2019 alle ore 11.15 all’Antico Ospedale dei Battuti di San Vito al Tagliamento, verrà aperta la mostra, “La nuda vita. Immagini,parole,il cielo. Auschwitz”. A cura delle classi 4C, 5D, 5G e dei docenti A. Avon, M. De Bortoli, V. Follo dei Licei Le Filandiere, con il coordinamento di G. Valentinis.

Domenica 27 gennaio 2019, dalle ore 15.30 alle ore 17.30, al Teatro Comunale Marcello Mascherini di Azzano Decimo si celebrerà la giornata della memoria con “Memorie ad alta voce”, letture di Federica Guerra, musica di Juri Dal Dan e illustrazione di Andrea Venerus e con il contributo artistico dell’attore Rocco Barbaro.

AZZANO DECIMO (PN)

• Sabato 26 gennaio alle ore 11:00,  presso la sala Consiliare del Municipio di Azzano Decimo, con la presenza dell’assessore alla Cultura Mauro Bortolin, il presidente dell’ANPI Provinciale Loris Parpinel e della storica Miriam Davide dell’Università di Trieste, sarà inaugurata la mostra  “La persecuzione degli ebrei in Italia 1938-1945” realizzata dal Centro di documentazione ebraica di Milano. La mostra racconta le parole, le immagini e anche i silenzi che hanno caratterizzato quegli anni e illustra come si svolse la persecuzione, come colpì le vittime, quale fu il comportamento degli italiani non ebrei.

I documenti, tutti coevi agli eventi narrati, sono di varia natura: documenti ufficiali emanati dalle pubbliche autorità, diari e lettere private, fotografie, giornali, volantini.

I documenti esposti ci aiutano a capire quanto capillare sia stata la persecuzione, arrivando a negare ai cittadini ebrei prima il diritto all’uguaglianza e poi il diritto stesso alla vita. Pur nella sua specificità, la singola esperienza di ogni uomo, donna e bambino fu conseguenza della politica razzista antisemita portata avanti prima dal governo fascista e poi anche dall’occupante nazista.

Il percorso è articolato in quattro sezioni, suddivise in 25 capitoli tematici, ciascuno contenente un breve testo di introduzione e inquadramento attraverso il quale si accede ai vari gruppi di documenti.

Domenica 27 gennaio, dalle ore 15.30 alle ore 17.30, al Teatro Comunale Marcello Mascherini di Azzano Decimo si celebrerà la giornata della memoria con “Memorie ad alta voce”, letture di Federica Guerra, musica di Juri Dal Dan e illustrazione di Andrea Venerus e con il contributo artistico dell’attore Rocco Barbaro.

VISCO (UD)

Domenica 27 Gennaio 2019 verrà celebrata all’ex caserma Sbaiz, che un tempo ospitò un campo d’internamento per civili jugoslavi, la giornata della memoria a Visco.

Programma:
Ore 11.45 – Ritrovo presso la sede del Gruppo Comunale di Protezione Civile, ampio parcheggio disponibile nell’ex Caserma, portone a fianco.
Ore 12.00 – Formazione corteo e deposizione delle corone presso il monumento commemorativo delle vittime del campo di internamento per civili della ex Jugoslavia di Visco. Benedizione del Parroco di Visco don Giorgio Longo. Interventi istituzionali.

Con la presenza di BRUNO FABRETTI ex deportato, sopravvissuto ai lager di Dacau – Neuegamme – Buchenwald.

PALMANOVA (UD)

•Domenica 27  gennaio 2019 sarà una giornata dedicata alla commemorazione delle vittime dell’Olocausto. Il Comune proporrà alcuni momenti di riflessione e ricordo dedicati alla grande tragedia che segnò l’Europa durante la seconda Guerra Mondiale.

– alle ore 12.00 presso il Monumento ai Caduti, Loggia di Piazza Grande, si terrà la cerimonia di commemorazione alla presenza di autorità civili, militari e religiose.

• Mercoledì 30 gennaio 2019 alle ore 18:00 ci sarà un incontro dal titolo Il razzismo in cattedra. Per non dimenticare” a cura della prof.ssa Sabrina Benussi, ideatrice del progetto di ricerca sull’applicazione al Liceo Petrarca di Trieste delle leggi razziali, annunciate da Mussolini nel 1938.
Nel corso dell’incontro sarà presentato il docufilm “1938 Vita Amara” realizzato con gli studenti del Liceo Petrarca di Trieste, in collaborazione con l’Università degli studi di Trieste, il Museo ebraico Carlo e Vera Wagner e l’Archivio di Stato di Trieste.

Ti potrebbe interessare anche...  6. Festival della Danza - Monfalcone

CIVIDALE DEL FRIULI (UD)

Domenica 27 gennaio 2019 alle 18.00 presso il Salone Sociale per ricordare assieme.
Ospite della serata “1938 Vita amara” Documentario di Sabrina Benussi realizzato da Fuoritesto e dal Liceo Petrarca di Trieste che racconta quali furono gli esiti nelle scuole triestine della proclamazione delle leggi razziali.

FIUMICELLO VILLA VICENTINA (UD)

Il Comune di Fiumicello Villa Vicentina, in collaborazione con ANPI sezioni di Fiumicello e Villa Vicentina, Istituto comprensivo “Don Milani” di Aquileia e Centro “L. Gasparini”, propone due appuntamenti legati al Giorno della Memoria che si celebra il 27 gennaio.

Martedì 29 gennaio alle ore 20:30 presso il Centro Cultura di Villa Vicentina ci sarà la presentazione del libro “Dietro il cortile di casa”: la deportazione dei civili sloveni, in gran parte anziani, donne e bambini, nei campi di concentramento italiani al confine orientale” di Metka Gombač, Boris Gombač e Dario Mattiussi, edito dal Centro “L. Gasparini”
Saranno presenti gli autori.

Letture di Lucia German ed interventi musicali del duo No Bel.

Domenica 3 febbraio alle ore 18:00 presso la Sala Bison di Fiumicello (Via A. Gramsci, 6) si terrà uno spettacolo teatrale: “SIE SIND JUDEN! (SONO EBREI!)”, a cura del Laboratorio teatrale della Scuola Secondaria di 1° Grado “U. Pellis” di Fiumicello Villa Vicentina per la conduzione e regia di Michela Vanni.

TARCENTO (UD)

Mercoledì 30 gennaio 2019 presso la Biblioteca Civica di Via Julia 13, sarà tenuto un incontro sulla Giornata della Memoria con il prof. Elio Varutti che parlerà degli ebrei jugoslavi salvati dall’esercito italiano nel Campo di concentramento di Arbe in Dalmazia nel 1943. Inoltre parlerà del ghetto ebraico di Varsavia la dottoressa Tiziana Menotti.

GRADISCA D’ISONZO (GO)

• Mercoledì 23 gennaio 2019
Visita guidata alla Risiera di San Sabba e al Museo “Casa di Osiride Brovedani” di Trieste
Iniziativa rivolta agli studenti delle classi quinte dell’Istituto Agrario I.S.I.S. GOISS “Brignoli” di Gradisca dʼIsonzo, a cura della Fondazione “Osiride Brovedani” Onlus

• Domenica 27 gennaio 2019
ore 18.00 – Sala Conferenze di “Casa Maccari”
Presentazione del diario della prigionia di Osiride Brovedani – “Da Buchenwald a Belsen”, rivolta alla cittadinanza con ingresso libero, a cura della Fondazione “Osiride Brovedani” Onlus

• Lunedì 28 gennaio 2019
ore 10.00 – Cimitero Ebraico di via dei Campi
Cerimonia commemorativa e deposizione di una corona di alloro in memoria delle vittime della “Shoah”, con la partecipazione delle autorità, della Sezione A.N.P.I. di Gradisca d’Isonzo e di una rappresentanza delle scuole cittadine;

ore 11.00 – Atrio di Palazzo Torriani
Inaugurazione mostra degli elaborati grafici eseguiti dagli studenti delle classi terze della Scuola Secondaria di primo grado “F.U. Della Torre” partecipanti al progetto didattico avente per tema la “Shoah”, promosso dall’A.N.P.I. – Sezione Comunale di Gradisca d’Isonzo in collaborazione con gli insegnanti dell’Istituto scolastico gradiscano;

a seguire, presso la Sala del Consiglio Comunale di Palazzo Torriani
Cerimonia di premiazione dei migliori lavori eseguiti dai giovani studenti e proiezione a loro riservata del film di Uri Orlev intitolato “L’isola in via degli Uccelli”, con introduzione al tema della “Shoah” a cura dello storico prof. Ferruccio Tassin;
Iniziativa a cura dell’A.N.P.I. in collaborazione con gli insegnanti dell’Istituto scolastico gradiscano.

SAN DANIELE DEL FRIULI (UD)

Domenica 27 gennaio 2019 alle ore 20.45, presso il Museo del Territorio (via Udine, 4) – in occasione della Giornata della Memoria, ci sarà il concerto “Echi dal Ghetto”, .

AQUILEIA (UD)

L’iniziativa prevede, nella giornata del 26 gennaio 2019, la possibilità di portare da casa o acquistare a prezzo ridotto nelle librerie Coop e nei negozi di Coop Alleanza 3.0, alcuni dei grandi classici della letteratura sul tema della memoria e donarli a Coop Alleanza 3.0 che provvederà a distribuirli a istituti scolastici e biblioteche del territorio per creare presso questi Istituti piccole “Biblioteche della Memoria”.

Il Museo Archeologico Nazionale di Aquileia s’inserisce in questa iniziativa con la collaborazione del Comune di Aquileia, che consentirà al Museo di trasformarsi per l’intera settimana dal 22 al 27 gennaio 2019 in un’inedita biblioteca: lungo il suo percorso espositivo verranno collocati diversi libri sul tema messi a disposizione dalla biblioteca comunale “G. Brusin” di Aquileia, adatti ad adulti e ragazzi.

Sarà così possibile sfogliare liberamente alcuni dei testi più significativi che raccontano e ricordano le tragedie che hanno scosso il Novecento perché, come scrisse Primo Levi, “l’Olocausto è una pagina del libro dell’Umanità da cui non dovremo mai togliere il segnalibro della memoria”.

Nelle stesse giornate sarà possibile per chiunque donare presso la biglietteria del Museo romanzi e saggi incentrati sul tema della memoria storica e delle persecuzioni razziali, tra quelli compresi nella lista 2019 di Coop Alleanza 3.0 e non. I volumi raccolti, anche grazie alla partecipazione all’iniziativa di alcuni studenti dell’Alternanza Scuola Lavoro dell’Istituto A. Zanon di Udine, saranno consegnati a Coop Alleanza 3.0 che provvederà a donarli a un Istituto scolastico del territorio.

Il Museo sarà visitabile con il consueto orario dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 19, mentre sarà possibile donare i libri in biglietteria fino alle 18.00; già da venerdì 18 gennaio si potrà infine seguire l’iniziativa con contenuti dedicati sui canali social del Museo Archeologico Nazionale, ora attivo da alcune settimane non più soltanto con i canali Facebook e Instagram, ma anche con Twitter.

GRADO (GO)

Il Comune di Grado si appresta a celebrare il Giorno della Memoria con alcune iniziative rivolte alla comunità.

• Sabato 26 gennaio 2019 presso la Sala Consiliare del Municipio, in Piazza Biagio Marin n.4,  verrà deposta una corona d’alloro ai Giardini Oransz, intitolati proprio a memoria dei coniugi Sofia e Maurizio, che in quanto ebrei furono deportati nel 1943 dai nazisti e internati ad Auschwitz, dove morirono.

• Lunedì 28 gennaio 2019 alle ore 11:00 presso l’Auditorium Biagio Marin invece avrà luogo uno spettacolo teatrale dedicato alle scuole, in particolare agli studenti dell’I.s.i.s. Pertini  – scuola alberghiera di Grado (saranno presenti 70 alunni con i loro insegnanti), dal titolo “DAL CAMPO DI CALCIO AD AUSCHWITZ – Storia di un allenatore ebreo e della sua famiglia”, incentrato sulla figura di Arpad Weisz.

Weisz è stato un buon giocatore di calcio, e uno dei più grandi allenatori. Nel 1938 “il miglior mister che c’è in circolazione” è conteso dalle squadre più titolate del campionato italiano. Il suo Bologna quell’anno è primo in classifica, ma Arpad, ebreo ungherese, in seguito alla promulgazione delle leggi razziali, deve lasciare insieme a tutta la famiglia il lavoro e l’Italia. Poco dopo viene però raggiunto, e la sua famiglia divisa. La moglie e i figli vengono deportati ad Auschwitz dove troveranno la morte nelle camere a gas di Birkenau, mentre Arpad viene assegnato ad un campo di lavoro dell’Alta Slesia. Rimane in vita per altri quindici mesi, fino a trovare la morte, per freddo e per fame, ad Auschwitz.