Altro

Giorno del Ricordo 2024, commemorazioni e eventi in Friuli Venezia Giulia

giorno del ricordo 2024

Commemorazioni del Giorno del Ricordo 2024 in Friuli Venezia Giulia. Scopri gli appuntamenti a Trieste, Gorizia, Pordenone, Udine e altre città, per onorare la memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo istriano, fiumano, giuliano e dalmata. 

Anche nel 2024 saranno tantissimi gli appuntamenti per celebrare il Giorno del Ricordo.

Il 10 febbraio è il giorno che l'Italia dedica alla memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle Foibe e dell'Esodo dalle loro terre degli Istriani, Fiumani e Dalmati.

Questa ricorrenza è stata istituita dal Parlamento italiano con la legge n. 92 del 30 marzo 2004.
E il suo obiettivo è proprio quello di onorare la memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo istriano, fiumano, giuliano e dalmata e delle vicende del confine orientale del secondo dopoguerra.

Alla fine della Seconda guerra mondiale, mentre tutta l'Italia, grazie all'esercito Anglo-Americano, veniva liberata dall'occupazione nazista, a Trieste e nell'Istria (sino ad allora territorio italiano) si è vissuto l'inizio di una tragedia. 350.000 italiani abitanti dell'Istria, di Fiume e della Dalmazia dovettero scappare ed abbandonare la loro terra, le case, il lavoro, gli amici e gli affetti incalzati dalle bande armate jugoslave.

Decine di migliaia furono uccisi nelle Foibe o nei campi di concentramento titini. Le manifestazioni per celebrare il ricordo dell’esodo e della tragedia delle foibe sono molto sentite e numerose, in tutta Italia e all'estero, e si svolgono per diversi giorni a cavallo del 10 febbraio.

Le celebrazioni del Giorno del Ricordo 2024 in Friuli Venezia Giulia

Anche in Friuli Venezia Giulia, sono molti gli appuntamenti per celebrare questa ricorrenza.
Oltre agli appuntamenti che ti segnaliamo qui di seguito, se ne aggiungeranno presto molti altri.

Appena saranno disponibili li pubblicheremo su questa pagina.
Torna a trovarci per tutte le informazioni!

 

esodo istriano fiumano dalmata


Trieste

Come ogni anno saranno molteplici le iniziative a Trieste in occasione del Giorno del Ricordo.

Per l'occasione ci saranno inoltre visite guidate gratuite al Magazzino 26 a cura di IRCI

Il momento più istituzionale della giornata, è la Cerimonia istituzionale presso la Foiba di Basovizza alle ore 9.30, con la deposizione della corona alla lapide in ricordo dei martiri delle foibe.
La Foiba di Basovizza - Monumento Nazionale di Trieste rappresenta in Italia il luogo della memoria più rilevante in questa ricorrenza e, come ogni anno, anche nel 2023 sarà sede della partecipata e solenne cerimonia.

Le celebrazioni inizieranno alle ore 9.30 alla Foiba di Monrupino con la deposizione di due corone d’alloro: una corona congiunta da parte dei rappresentanti della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Prefettura di Trieste e del Comune di Trieste; una corona congiunta da parte dei rappresentanti della Lega Nazionale e delle Associazioni degli Esuli Istriani Fiumani Dalmati.

Alle ore 10.30 presso il Monumento Nazionale della Foiba di Basovizza si terrà la tradizionale cerimonia commemorativa con la presenza delle autorità.

Per facilitare la partecipazione alla cerimonia al Sacrario della Foiba di Basovizza, sarà predisposto, a cura della Lega Nazionale con la collaborazione di Trieste Trasporti, un servizio di trasporto gratuito che partirà da piazza Oberdan (lato Consiglio Regionale) alle ore 9.00 di sabato 10 febbraio per fare rientro a Trieste a fine cerimonia (intorno alle ore 12.30).

Info e prenotazioni: 040 365343 - 348 5166126 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Il calendario delle attività culturali a Trieste in occasione del Giorno del Ricordo 2024

Per il programma completo in pdf vedi qui

Di seguito il calendario delle attività culturali organizzate dalle varie associazioni coinvolte, che si terranno per tutto il mese di febbraio e fino al 23 marzo.

Tutte le iniziative sono a ingresso gratuito e libero fino a esaurimento posti.

Visite guidate al “Magazzino 18” - Porto Vecchio, Magazzino 26 

Visite gratuite.
Prenotazione obbligatoria

Per info e prenotazioni vedi qui

Apertura straordinaria del Museo di Carattere Nazionale CRP di Padriciano - Località Padriciano 60

A cura dell’Unione degli Istriani - Libera Provincia dell’Istria in Esilio.

Prolungamento dell’orario di apertura del Centro di Documentazione del Sacrario della Foiba di Basovizza - Foiba di Basovizza-Monumento Nazionale

A cura della Lega Nazionale.

Deposizione di una corona d’alloro per il clero deceduto in esilio

Giovedì 8 febbraio alle ore 15.30
Cimitero Monumentale di Sant’Anna, campo IX

Viene pronunciata l’orazione funebre in memoria dei sacerdoti di origine istriana, fiumana e dalmata.

A cura dell’Associazione delle Comunità Istriane.

Raccontare per Ricordare

Venerdì 9 febbraio alle ore 17
Sala Maggiore di Palazzo Tonello, via S. Pellico 2

Antologia del 1° Concorso Nazionale di Letteratura dell’esodo giuliano-dalmata Raccontare per Ricordare e presentazione del 2° Concorso. Dibattito con la partecipazione del giornalista Pietro Senaldi e diversi ospiti.

A cura dell’Unione degli Istriani - Libera Provincia dell’Istria in Esilio.

Omaggio alla Foiba di Monrupino

Sabato 10 febbraio alle ore 9.30
Foiba di Monrupino - Monumento Nazionale
 

È in programma la deposizione di due corone d’alloro: una corona congiunta da parte dei rappresentanti della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Prefettura di Trieste e del Comune di Trieste; una corona congiunta da parte dei rappresentanti della Lega Nazionale e delle Associazioni degli Esuli Istriani Fiumani Dalmati.

Foiba di Basovizza - Monumento Nazionale
ore 10.30

Cerimonia commemorativa

Celebrazione in forma solenne del Giorno del Ricordo 2024 in memoria dell’esodo giuliano dalmata e della tragedia delle foibe.

The race for Trieste, la corsa per Trieste: la Guardia di Finanza durante l’occupazione di Tito

Museo Revoltella, Auditorium Marco Sofianopulo, via Diaz 27
ore 17.30

Proiezione di un filmato prodotto dalla Guardia di Finanza, al quale si affianca il ricordo dei 97 finanzieri scomparsi.

A cura della Lega Nazionale, Federazione Grigioverde, Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia.

Calicanto per raccontar di Ofelia 

Porto Vecchio, Magazzino 26, Sala Luttazzi
ore 21.00

Opera teatrale per il Giorno del Ricordo.

A cura dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia di Trieste in collaborazione con il Comune di Trieste, l’Associazione Culturale Atelier Calicanto.

Santa Messa del Ricordo

Domenica 11 febbraio alle ore 17
Chiesa di S. Rita, via Locchi 22

Viene officiata una funzione in ricordo degli esodati.

A cura dell’Associazione delle Comunità Istriane.

Presentazione del volume e del filmato allegato Quaderni di Fianona d’Istria

Giovedì 15 febbraio alle ore 17.30
Associazione delle Comunità Istriane, via Belpoggio 29/1

Modera il vice presidente, Giorgio Tessarolo, alla presenza dell’avvocato Fabio Gerbini, figlio dell’autore.

A cura dell’Associazione delle Comunità Istriane.

Quell’enorme lapide bianca

Venerdì 6 febbraio alle ore 17
Sala Maggiore di Palazzo Tonello, via S. Pellico 2

Spettacolo teatrale di Luca Violini.

A cura dell’Unione degli Istriani - Libera Provincia dell’Istria in Esilio.

Presentazione delle nuove pagine di ESPOES

Martedì 20 febbraio alle ore 17
Auditorium di Casa della Musica, via dei Capitelli 3 

ESPOES è l’esposizione multimediale interattiva su Esodo e Foibe, ideata e realizzata dal Circolo di cultura istro-veneta “Istria” di Trieste. Le nuove pagine sono presentate dal presidente del sodalizio Ezio Giuricin e dai suoi collaboratori, Daniele Kovacic e Giulio Gorobej. Durante l’incontro si presentano anche ristampe e riedizioni dei volumi L’Istria vista dal mare di Stefano Furlani, Rosanna Turcinovich e Rita Auriemma eQuarant’anni di vita del Circolo Istria di Silva Bon.

A cura del Circolo di cultura istro-veneta “Istria” di Trieste.

Volti della memoria

Giovedì 22 febbraio alle ore 17.30
Associazione delle Comunità Istriane, via Belpoggio 29/1

Proiezione del filmato Volti della memoria.

A cura dell’Associazione delle Comunità Istriane.

Presentazione del volume Polle. Il figlio unico

Venerdì 23 febbraio alle ore 17
Sala Maggiore di Palazzo Tonello, via S. Pellico 2

Si presenta il libro di Gian Paolo Polesini.

A cura dell’Unione degli Istriani - Libera Provincia dell’Istria in Esilio.

Volti della memoria

Sabato 24 febbraio alle ore 18
Centro Civico, via Valle d’Istria 1, Villotte di S.Quirino (PN)

Il vice presidente, Giorgio Tessarolo, presenta il filmato Volti della memoria e una selezione di poesie dalla raccolta Liriche Istriane.

A cura dell’Associazione delle Comunità Istriane.

Tavola rotonda dedicata all’84.esimo anniversario della sciagura mineraria di Arsia del 28 febbraio 1940

Martedì 27 febbraio alle ore 17
Auditorium di Casa della Musica, via dei Capitelli 3

Discorsi introduttivi di Ezio Giuricin e Livio Dorigo del Circolo di cultura istro-veneta “Istria”. Intervengono, tra gli altri, Rinaldo Racovaz, Tullio Vorano, Michele Berti, Isabella Flego, Bruna Zuccolin. 

A cura del Circolo di cultura istro-veneta “Istria” di Trieste.

Presentazione del volume Ragusa e dintorni 

Giovedì 29 febbraio alle ore 17.30
Civico Museo della Civiltà Istriana, Fiumana e Dalmata, via Torino 8

Più di una classica “guida”: accanto a notizie di storia, geografia e cultura, il libro contiene preziose osservazioni per scoprire Ragusa e i suoi dintorni. È presente l’autore Alberto Rizzi. 

A cura dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia di Trieste in collaborazione con l’IRCI, Istituto Regionale per la Cultura Istriano-fiumano-dalmata e la Scuola Dalmata di Storia Patria di Venezia. 

Conferenza

Martedì 5 marzo alle ore 17.30
Associazione delle Comunità Istriane, via Belpoggio 29/1

Il dott. Gregoretti parla di Efferatezze compiute dai titini a Momiano nell’immediato secondo dopoguerra.

A cura dell’Associazione delle Comunità Istriane.

Presentazione del DVD Il bosco di San Marco (Storia del bosco di Montona)

Giovedì 7 marzo alle ore 18
Civico Museo della Civiltà Istriana, Fiumana e Dalmata, via Torino 8 

Sono presenti il presidente della Famiglia Montonese, Simone Vicki Peri, e lo studioso del bosco di Montona, Diego Masiello.

A cura dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia di Trieste in collaborazione con l’IRCI, Istituto Regionale per la Cultura Istriano-fiumano-dalmata, Famiglia Montonese e CDM, Centro di Documentazione Multimediale della cultura giuliana, istriana, fiumana e dalmata.

Concerto per il ventennale del Giorno del Ricordo

Sabato 16 marzo alle ore 10.30
Conservatorio di musica “Giuseppe Tartini”, via Ghega 12

Concerto del Ricordo con l’Orchestra del Conservatorio di musica “Giuseppe Tartini” di Trieste, con interventi istituzionali in occasione dei vent’anni della Legge 30/2004 che ha istituito il Giorno del Ricordo. Vengono proposti i brani eseguiti dagli allievi del Tartini al Quirinale durante le celebrazioni delle Cerimonie 2023 e 2024 per il Giorno del Ricordo alla presenza del Presidente della Repubblica.

A cura dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Lega Nazionale, Associazione Giuliani nel Mondo, Associazione delle Comunità Istriane e CDM, Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana, Istriana, Fiumana e Dalmata. 

Premio Histria Terra

Lunedì 18 marzo alle ore 17.00
Sala Maggiore di Palazzo Tonello, via S. Pellico 2

Cerimonia di conferimento del premio dell’edizione 2024.

A cura dell’Unione degli Istriani - Libera Provincia dell’Istria in Esilio con la collaborazione della Regione Friuli Venezia Giulia

Concerto

Giovedì 21 marzo alle ore 20.30
Conservatorio di musica “Giuseppe Tartini”, via Ghega 12

Il Conservatorio Tartini di Trieste è coinvolto il 21 e il 23 marzo 2024 in due prestigiosi eventi del Circolo di cultura istro-veneta “Istria” di Trieste, facenti parte di un progetto articolato dedicato a Luigi Dallapiccola. La concezione e la realizzazione dell’intero percorso è affidata al celebre pianista Giovanni Bellucci. Il ciclo intitolato Dallapiccola: la Mente, il Corpo, l’Anima propone l’esecuzione integrale delle composizioni per pianoforte di Dallapiccola, distribuita in tre “talk recital” che affrontano ciascuno i tre aspetti suggeriti dal titolo. Il Maestro Bellucci esegue, oltre ai brani del compositore nativo di Pisino d’Istria, opere di altri importanti autori, evidenziando relazioni e similitudini poetiche, ideologiche e strutturali inaspettate tra musicisti di epoche diversissime, dando luogo a un’interessante panoramica che spazia dalla musica del ’700 ai nostri giorni.

A cura del Circolo di cultura istro-veneta “Istria” di Trieste.

Convegno su Luigi Dallapiccola

Sabato 23 marzo ore 9.00-18.00
Conservatorio di musica “Giuseppe Tartini”, via Ghega 12

Giornata di studi sul compositore istriano, nell’ambito del progetto Dallapiccola: la Mente, il Corpo, l’Anima. Il progetto proseguirà il 9 e 10 maggio a Pisino e Rovigno per concludersi il 20 giugno a Pola.

A cura del Circolo di cultura istro-veneta “Istria” di Trieste.

Per il programma completo in pdf vedi qui 


Gorizia

Gorizia 1945-1947. Il lapidario ai deportati ed il significato del Giorno del Ricordovenerdì 9 febbraio 2024

ore 18:30

Paola Frassinetti – Sottosegretaria di Stato per l’Istruzione e il merito
Paolo Sardos Albertini – Presidente Lega Nazionale
Luca Urizio – Presidente Lega Nazionale Gorizia

Ingresso libero

Info: Associazione Culturale Heimat, via Bombi 5


Pordenone

Anche quest'anno il Comune di Pordenone ha organizzato un fitto programma di iniziative che coinvolgono tutta la città.

Venerdì 9 febbraio alle 10:45 cerimonia di Deposizione della rosa alla targa “Norma Cossetto” nel Chiostro della Biblioteca Civica.

Sabato 10 febbraio alle 10:00 nel cortile dell’ex provincia in Corso Garibaldi avverrà la Cerimonia ufficiale con la deposizione della corona alla lapide che ricorda i martiri delle foibe e seguiranno gli interventi del sindaco e del presidente dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.

Alle 10:30 si terrà la cerimonia istituzionale presso la Foiba di Basovizza, che potrà essere seguita in streaming.

Dal 9 febbraio al 10 marzo nella Sala espositiva della Biblioteca mostra storica L’Esodo e i luoghi del Ricordo, a cura di Tiberio Giurissevich e altri artisti,  in collaborazione con l’associazione "L'artistica". Inaugurazione della mostra venerdì 9 febbraio alle 11:00.

Sabato 10 febbraio alle 11:15 all'Auditorium Concordia spettacolo teatrale Giulia, regia di Andrea Castelletti, Compagnia Teatro Impiria di Verona. Per le scuole secondarie di secondo grado.

Domenica 18 febbraio alle 18:30 al Ridotto del teatro Verdi La grande storia di Abdon Pamich, spettacolo teatrale alla presenza del protagonista. Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria.

Sabato 17 febbraio alle 18:30 concerto-spettacolo Un cuore chiamato Istria, Ex convento di San Francesco.

Per i mesi di febbraio, marzo e aprile sono in programma visite alle città di Pisino e Albona e luoghi del Ricordo e viaggi di istruzione al Magazzino 26 a Trieste per le classi terze delle scuole secondarie di primo grado.

Per informazioni: Ufficio Istruzione, tel 0434 392926.

Per vedere il programma completo, in pdf e stampabile, clicca qui

Per vedere il programma completo, in pdf e stampabile, degli eventi organizzati a Pordenone, clicca qui


Udine

Anche quest’anno, nel periodo intorno al 10 febbraio, Giorno del Ricordo, l’Amministrazione Comunale di Udine intende promuovere una serie di eventi al fine di conservare la memoria della tragedia dei martiri delle foibe e dell’esodo degli istriani e dalmati italiani dalle loro terre durante il secondo conflitto mondiale e nell’immediato dopoguerra.

Sabato 10 febbraio,  alle 11 nel parco cittadino “Martiri delle Foibe”, si terrà la cerimonia ufficiale alla presenza di tutte le autorità civili, con la deposizione di una corona d’alloro commemorativa.  

Nel corso del mese di febbraio l’esodo giuliano-dalmata e la persecuzione jugoslava saranno argomento di numerosi dialoghi, presentazioni e racconti, ospitati nei luoghi della cultura della città di Udine. 

Mercoledì 7 febbraio alla biblioteca civica Joppi, primo appuntamento con la presentazione del libro per ragazzi dal titolo “Fiume”, di Anna Baccelliere e Liliana Carone.

Venerdì 9 all'università di Udine,a palazzo Antonini, la presentazione dei libri ”Sconfinare per sopravvivere” di Franco Fornasaro e “Tre” di Lorenzo De Giusti, a cura del Club per l’Unesco di Udine. Gli eventi proseguiranno a Udine fino al 2 marzo.

Programma

La questione di Trieste

venerdì 9 febbraio 2024 alle 15:00, presso l’Università delle LiberEtà FVG / Sala Convegni via Napoli 4 (ingresso da via Caltanissetta 35), conferenza a cura del Prof. Claudio Giachin. A corredare la narrazione, immagini del documentario "Trieste sotto. 1943 - 1954" di Marino Maranza.
Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. 

"Sconfinare per sopravvivere" e "Tre"

Venerdì 9 febbraio 2024 alle 17:00 all’Università degli Studi di Udine, Palazzo Antonini - Aula 2, via Petracco 8, presentazione dei libri "Sconfinare per sopravvivere" di Franco Fornasaro e "Tre" di Lorenzo de Giusti.
Saluto della Presidente del Comitato cittadino ANVGD Bruna Zuccolin.

Cerimonia ufficiale

Sabato 10 febbraio alle 11:00 presso il Parco Martiri delle Foibe, tra via Bertaldia e via Manzini, cerimonia ufficiale con deposizione di una corona d'alloro alla presenza delle autorità, organizzata d'intesa con il comitato cittadino dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia

Visita guidata al Museo del Risorgimento

Giovedì 15 febbraio alle 17:00 visita guidata al Castello - Museo del Risorgimento.
In occasione del giorno del Ricordo visita guidata al Museo del Risorgimento dove è custodita una scatolina, donata ai Civici Musei nel 1946 durante l'esodo istriano, giuliano e dalmata, con timbri del comitato di patrioti giuliani che si riuniva presso la dimora dell'esule triestino garibaldino Fiusto Muratti. Con il conservatore museale Fabio Franz.
Info e prenotazioni: tel. 0432/1272591 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

"Elogie istriane"

Sabato 17 febbraio alle 11:00 a Palazzo d'Aronco - Salone del Popolo, via Nicolò Lionello 1, narrazione delle "Elegie Istriane" di Biagio Marin.
Con letture di Tullio Svettini e Giorgio Marin, intermezzi musicali di Luciano Cicogna, cultore di musica popolare.

"La Patria perduta. Vita quotidiana e testimonianza del Centro raccolta profughi Giuliano Dalmati di Laterina 1946-1963"

Lunedì 26 febbraio alle 17:30 all’Università degli Studi di Udine, Palazzo Antonini - Aula Gusmani, via Petracco 8 presentazione del libro "La Patria perduta. Vita quotidiana e testimonianza del Centro raccolta profughi Giuliano Dalmati di Laterina 1946-1963" di Elio Varutti. Dialoga con l'autore Cesare Davini, presidente dell'associazione dei Toscani in Friuli Venezia Giulia. Introduzione di Bruna Zuccolin, presidente ANVGD Udine. In collaborazione con l'Associazione dei Toscani in Friuli Venezia Giulia. Aska edizioni, Firenze, 2021. Seconda edizione cartacea dal 2023.

Concerto "Tanto lontana terra"

Sabato 2 marzo alle 20.45 al Teatro San Giorgio, scena drammatica con voce recitante e mezzosoprano Giulia Diomede, primo violino Christian Sebastianutto, secondo Violino Eva Miola, violoncello Antonio Merici e pianoforte Daniele Bonini.

Info e prenotazioni: 
https://www.agmaccademia.com/ 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


 Pagnacco

Celebrazioni per il giorno del ricordo

Giovedì 8 febbraio alle 11.00 a Pagnacco in Piazzale Martiri delle Foibe, celebrazione per la giornata del ricordo di Arnaldo Harzarich, marescialllo capo squadra del 41° Corpo dei Vigili del fuoco di Pola.
Deposizione della corono con il saluto delle autorità.
A seguire consegna dell'uniforme dei vigili del fuoco ai nipoti presso la Caserma dei Vigili del Fouco di Udine, via Popone 55.


Medea

Giorno del ricordo all'Ara Pacis Mundi

Sabato 10 febbraio alle 10.00 all'Ara Pacis Mundi di Medea sarà celebrato, in condivisione con il Comune di Mariano del Friuli e il Comitato provinciale di Gorizia dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, il Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle foibe.


Cervignano del Friuli

Giorno del ricordo

sabato 10 febbraio alle 11.00 a Cervignano del Friuli commemorazione Giorno del Ricordo. Deposizione di una corona in piazza dell’esodo Istriano, Giuliano e Dalmata.
La cerimonia avrà luogo alle ore 11.00 in piazza dell’esodo Istriano, Giuliano e Dalmata.


Cormons

Giorno del ricordo

Sabato 10 febbraio a Cormons alle 10:00 in Piazza Libertà deposizione d una corona di alloro alla presenza delle autorità, in ricordo della tragedia degli italiani e ditutte le  vittime delle foibe, l'esodo degli Istriani,  Giuliani e Dalmati dalle loro terre  durante la Seconda Guerra Mondiale e nell'immediato dopoguerra. 


Gemona del Friuli 

La città dolente

Per questa giornata di riflessione e commemorazione il Comune di Gemona del Friuli ha scelto, insieme alla Cineteca, La città dolente di Mario Bonnard. Girato a ridosso dei fatti raccontati, è il solo film a soggetto che parli dell’esodo da Pola. Un film che rimase bloccato per un anno prima di uscire (la prima fu il 4 marzo 1949) e finì presto dimenticato, proprio come gli esuli italiani”.

La città dolente sarà proposto agli studenti gemonesi al Cinema Sociale sabato 10 febbraio alle 9.30.

La proiezione sarà aperta anche al pubblico ad ingresso gratuito.

Scritto da un gruppo di sceneggiatori fra cui spicca il nome di Federico Fellini, accanto a quello di Aldo De Benedetti (tornato a firmare dopo l’ostracismo imposto dal fascismo in quanto ebreo), di Anton Giulio Majano e dello stesso regista. Un film strano, anomalo, in cui la propaganda si mescola al documentario, il melodramma alla ricostruzione storica. La città dolente (titolo quanto mai azzeccato) si inventa la storia del meccanico Berto (interpretato da Luigi Toso) che decide, mentre tutti partono, di restare a Pola con moglie e figlio neonato sperando nel socialismo di Tito. Naturalmente la realtà si rivelerà ben diversa, il paradiso socialista diventerà un inferno, moglie e figlio riusciranno a partire per Venezia grazie al buon cuore di una ispettrice comunista, ma la medesima ispettrice manderà Berto in un campo di lavori forzati, per «essere rieducato».


Palmanova

Giorno del Ricordo 2024: Teatro “Gustavo Modena”

Venerdì 16 febbraio alle ore 11.00 Proiezione del video “Il Centro di Raccolta Profughi di Padriciano” a cura del Comune di Palmanova e dell’Unione degli Istriani

A seguire letture e interventi musicali a cura degli alunni della Scuola secondaria di primo grado “Zorutti” di Palmanova.