- Giro FVG - https://www.girofvg.com -

Giorno del Ricordo 2018

Il 10 febbraio è il giorno che l’Italia dedica alla memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle Foibe e dell’Esodo dalle loro terre degli Istriani, Fiumani e Dalmati, ricorrenza istituita dal Parlamento italiano, con la legge n.92 del 30 marzo 2004, proprio per onorare la memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano dalmata e delle vicende del confine orientale del secondo dopoguerra.

Alla fine della Seconda guerra mondiale, mentre tutta l’Italia, grazie all’esercito Anglo-Americano, veniva liberata dall’occupazione nazista, a Trieste e nell’Istria (sino ad allora territorio italiano) si è vissuto l’inizio di una tragedia.
350.000 italiani abitanti dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia dovettero scappare ed abbandonare la loro terra, le case, il lavoro, gli amici e gli affetti incalzati dalle bande armate jugoslave.
Decine di migliaia furono uccisi nelle Foibe o nei campi di concentramento titini.

La manifestazione più importante che si tiene in Regione si svolgerà sabato 10 febbraio 2018 presso il Monumento Nazionale Foiba di Basovizza, dove si svolgerà la solenne cerimonia del “Giorno del Ricordo”.

Le manifestazioni per celebrare il ricordo dell’esodo e della tragedia delle foibe sono molto sentite e numerose, in tutta Italia e all’estero, e si articolano per diversi giorni a cavallo del 10 febbraio.

Eccone alcune.
E altre si aggiungeranno a breve

Trieste

E’ intenso il programma degli appuntamenti per il Giorno del Ricordo a Trieste, con tanti appuntamenti che si protrarranno ben oltre la data del 10 febbraio.

Il programma degli eventi che celebrano il Giorno del Ricordo è molto vasto, e inizierà già il 2 febbraio, alle 17.30, all’Associazione delle Comunità Istriane di via Belpoggio 29/1, con la presentazione del libro di mons. Pietro Zovatto Preti Perseguitati in Istria 1945-1956. Storia di una secolarizzazione”) per proseguire, con decine di appuntamenti, fino all’incontro conclusivo di sabato 3 marzoal Magazzino 26 del Porto Vecchio (alle ore 18, su “Voci dalla foiba. Musica e poesia per non dimenticare”, con Elisa Manzutto (arpa), Elisabetta Vegliach (soprano) e Giacomo Segulia (voce recitante), a cura della Lega Nazionale con la collaborazione dell’Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio).

Venerdì 10 febbraio, con inizio alle ore 9,30, sul monumento nazionale della Foiba di Basovizza a Trieste, si terrà la solenne cerimonia del “Giorno del Ricordo”, ricorrenza istituita dal Parlamento italiano, con la legge n. 92 del 30 marzo 2004, in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano dalmata e delle vicende del confine orientale del secondo dopoguerra.

Anche quest’anno saranno messi a disposizione dei cittadini che volessero presenziare alla solenne cerimonia a Basovizza autobus gratuiti, con la collaborazione di Trieste Trasporti, per raggiungere il Sacrario, con partenza alle ore 9.30 di sabato 10, da piazza Oberdan, lato Consiglio Regionale (ritorno in città a fine cerimonia, da Basovizza alle ore 12/12.30).

Questa edizione 2018 del Giorno del Ricordo a Trieste è molto centrata sui giovani, con l’intento di “trasmettere la memoria”. E in tal senso saranno ben 500 circa gli studenti, accompagnate dai rispettivi dirigenti scolastici e docenti, di diverse regioni d’Italia (ci saranno scolaresche di Sacile, Brugnera e Pordenone, Seriate (BG), Modena,  Lecce, Luino e Bagnoli Irpino (AV) ) che parteciperanno alla manifestazione centrale, ovvero alla Cerimonia solenne alla Foiba di Basovizza di sabato mattina, 10 febbraio.

La cerimonia di Basovizza vedrà la presenza di ben 800 alpini di 24 Sezioni di tutta Italia.

Ancora ai giovani saranno dedicati anche altri momenti del programma messo in campo quest’anno, come l’incontro che avrà luogo venerdì 9 febbraio, alle ore 16.30, nella Sala del Consiglio Comunale, con il presidente della Lega Nazionale avv. Paolo Sardos Albertini e il dott. Andrea Vezzà responsabile del “Progetto Giovani” e che vedrà la partecipazione delle scuole superiori “Maiorana” di Seriate (Bergamo), “F. Corni” di Modena e “Galasso” di Lecce.

 

Per la celebrazione del giorno del Ricordo iniziative speciali:

• si terrà uno speciale “mercatino del Ricordo”, di quadri, libri, documenti rari e oggettistica, dal 24 al 26 febbraio, nella storica sede di via Silvio Pellico 2

• ci sarà l’apertura straordinaria del Museo dell’ex Campo Profughi di Padriciano in sette giornate di febbraio (9 – 10 – 11 – 17 – 18 – 24 – 25 febbraio, con orario: 10.00 – 12.00 e 14.00 – 16.00).

• il Magazzino 18 sarà aperto e visitabile – su prenotazione – per quasi una settimana, dal 12 al 16 febbraio.
Vedi tutte le informazioni sulle visite e su come prenotare il posto cliccando qui

 

PROGRAMMA:

2 febbraio
ore 17.30: Associazione delle Comunità Istriane, via Belpoggio 29/1, presentazione a cura di Mario Ravalico del libro del prof. mons. Pietro Zovatto, Preti Perseguitati in Istria 1945-1956. Storia di una secolarizzazione – A cura della Associazione delle Comunità Istriane

Ti potrebbe interessare anche...  La classifica delle mete top per il turismo outdoor

3 febbraio

ore 17.30: Associazione delle Comunità Istriane, via Belpoggio 29/1, proiezione del video “TORNAR”, realizzato da Simone Cristicchi a Piemonte d’Istria, a cura di Franco Biloslavo, segretario della Comunità di Piemonte d’Istria – A cura della Associazione delle Comunità Istriane

ore 17.30: LegaNazionale, viaDonota 2,Dibattito sul tema: Tre persecuzioni e tre esodi di italiani di Dalmazia: 1867-1917, 1920-’40, 1944-’47. In 80 anni hanno snazionalizzato un’intera regione. Moderatore avv. Paolo Sardos Albertini, relatore on.Renzo de’Vidovich.- A cura dei Dalmati Italiani nel Mondo di Trieste, della Fondazione dalmata Rustia Traine e della Lega Nazionale

5 febbraio

ore 11:00: Cinema Ariston, documentario Le vie della Memoria con una lezione, a cura del prof. Fabio Todero – A cura dell’Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione FVG e della Cappella Underground

ore 17.00: Associazione delle Comunità Istriane, via Belpoggio 29/1: poesie del ricordo dedicate a Fiume (a cura di Carla Pocecco) – A cura della Associazione delle Comunià Istriane con la collaborazione della Lega Nazionale – Sezione di Fiume

6 febbraio

ore 15.00: Sala della Regina alla Camera dei Deputati, intervento di Renzo Codarin (Presidente nazionale e del Comitato di Trieste dell’ANVGD) alla presentazione del fumetto “Foiba rossa. Norma Cossetto, storia di un’italiana”

ore 17.00: CivicoMuseo della Civiltà Istriana Fiumana e Dalmata, via Torino, 8, presentazione del libro del prof. Giuseppe Crapanzano “L’istria di Gina” – Le Foibe e l’Esodo A cura dell’Associazione Giuliani nel Mondo di Trieste in collaborazione con l’IRCI.

7 febbraio

ore 17.30: CivicoMuseo della Civiltà Istriana Fiumana e Dalmata, via Torino, 8, Dibattito sul tema: Il ruolo delle grandi potenze nella creazione del Regno di Jugoslavia in funzione anti italiana. Moderatore: prof. Giorgio Baroni, relatore on. Renzo de’Vidovich A cura della Fondazione dalmata Rustia Traine – Trieste

9 febbraio

Deposizione di corone :
ore 10.30 – Monumento all’Esodo di Piazza Libertà

ore 11.00 – Monumento ai Caduti sul Colle di San Giusto – a cura dell’Associazione delle Comunità Istriane, dell’ANVGD, della FederEsuli, dei Liberi Comuni di Fiume, Pola e Zara in Esilio, della Lega Nazionale, dell’Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio

ore 16.30 – Sala del Consiglio Comunale, incontro con gli studenti e i docenti partecipanti al progetto “Le tracce del Ricordo”

ore 17.00: CivicoMuseo della Civiltà Istriana Fiumana e Dalmata, via Torino, 8, inaugurazione della mostra al piano terra: In nome di Dio, al servizio del popolo. Da don Bonifacio a dieci anni dalla beatificazione, a don Marzari, all’assistenza ai bimbi esuli.
Orari lunedì/venerdì 10.00-12.30 e 16.00-18.30, sabato 10.00- 13.00, domenica 10.00-17.00
A cura dell’I.R.C.I. – Istituto Regionale per la Cultura Istriano-fiumano-dalmata

ore 17.30: Lega Nazionale, via Donota 2/, terzo piano, conferenza diMons. Prof. Pietro Zovatto sul volume di Carla CarloniMocavero “La donna che uccise il generale. Pola, 10 febbraio 1947” – A cura della Lega Nazionale

9 – 10 – 11 febbraio

Ampliamento dell’orario di apertura del Centro di Documentazione della Foiba di Basovizza che sarà aperto dalle ore 10.00 alle ore 18.00 – A cura della Lega Nazionale

9 – 10 – 11 – 17 – 18 – 24 – 25 febbraio

Apertura straordinaria delMuseo di CarattereNazionale CRP di Padriciano. Orario: 10.00 – 12.00 e 14.00 – 16.00.
A cura dell’Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio

10 febbraio

ore 9.30: Foiba diMonrupino n. 149 –MonumentoNazionale: deposizione di corone d’alloro al monumento

ore 10.30: Sacrario della Foiba di Basovizza – Monumento Nazionale: Cerimonia solenne in occasione del Giorno del Ricordo A cura del Comune di Trieste, del Comitato per i Martiri delle Foibe, della Lega Nazionale

ore 15.30: seconda edizione della “Corsa del Ricordo”, gara non competitiva a iscrizione libera, con partenza da Piazza Libertà e arrivo in Piazza Carlo Alberto.
La manifestazione è dedicata alla memoria diManuele Braico, già presidente dell’Associazione delle Comunità Istriane. A seguire, premiazione presso l’Associazione delle Comunità Istriane, via Belpoggio 29/1
A cura dell’Associazione delle Comunità Istriane, della Podistica Fiamma, della Lega Nazionale, di Trieste Pro Patria, con il patrocinio di: ANVGD, Libero Comune di Zara in Esilio – Associazione Dalmati Italiani nel Mondo, Libero Comune di Pola in Esilio, Fondazione dalmata Rustia Traine, Famia Ruvignisa

12 febbraio

ore 17.30: Associazione delle Comunità Istriane, via Belpoggio 29/1, concerto del ricordo a cura del Coro dell’Associazione delle Comunità Istriane, diretto dal Presidente maestro dott. David Di Paoli Paulovich – A cura dell’Associazione delle Comunità Istriane

12 – 13 – 14 – 15 – 16 febbraio

Apertura straordinaria del Magazzino 18 a cura dell’IRCI. Le visite si effettuano su prenotazione (alle 10.00, alle 10.45, alle 11.30 o alle 12.15) contattando l’IRCI allo 040 639188 o via mail: irci@iol.it. – A cura dell’Istituto Regionale per la Cultura Istriana Fiumana Dalmata
Vedi tutte le informazioni sulle visite guidate e su come prenotare cliccando qui

Ti potrebbe interessare anche...  Bloomsday: Trieste celebra James Joyce il 16 giugno 2022

15 febbraio

ore 18.00: ANVGD, via Milano 22, presentazione a cura di Lorenzo Salimbeni del libro di Christian Jennings, Flashpoint Trieste. La prima battaglia della Guerra Fredda – A cura del Comitato provinciale di Trieste dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia

16 febbraio

ore 16.30: Palazzo Tonello, via Silvio Pellico 2, Cerimonia di conferimento del premio “Histria Terra” 2018 – A cura dell’Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio

17 febbraio

ore 17.30: Lega Nazionale, via Donota 2 (terzo piano), Dibattito sul tema: Un ebreo salva l’onore del regio Esercito italiano in Croazia (1941-’43). Presentazione del libro del prof. Menachem Shelah (Università di Gerusalemme) Un debito di gratitudine.Moderatore avv. Paolo Sardos Albertini, relatori, amb. Gianfranco Giorgolo e on. Renzo de’Vidovich – A cura della Fondazione dalmata Rustia Traine, dei Dalmati italiani nel Mondo di Trieste e della Lega Nazionale

20 febbraio

ore 17.30: Associazione delle Comunità Istriane, via Belpoggio 29/1, presentazione della ricerca del dott. Biagio Mannino, sull’identità dell’esodo a settant’anni da esso: Piena integrazione o perdita di identità? Gli effetti del tempo sulle generazioni dei nipoti di chi ha vissuto l’esodo istriano – A cura dell’Associazione delle Comunità Istriane

22 febbraio

ore 18.00: ANVGD, viaMilano 22, presentazione di Lorenzo Salimbeni del libro Anatomia di un eccidio. La tragedia delle foibe nei documenti Alleati di Luisa Morettin. – A cura del Comitato provinciale di Trieste dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia

23 febbraio

ore 16.30: Palazzo Tonello, via Silvio Pellico 2, presentazione del libro di Irene Spada, L’Italia in Istria. Tutela, conservazione e restauro dei beni culturali tra le due guerre mondiali. – A cura dell’Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio

24 – 25 – 26 febbraio

ore 10.00 – 19.00: Palazzo Tonello, via Silvio Pellico 2, “Mostra e Mercatino del Ricordo: quadri, libri e oggettistica della cultura Giuliano-Dalmata”. – A cura dell’Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio

25 febbraio

ore 17.00: Sacrario di Monte Grisa, Tempio dell’Esule, S. Messa in suffragio dei Caduti, Infoibati e Defunti dalmati, istriani e fiumani officiata dal Rettore del Sacrario don. Luigi Moro – A cura della Congregazione di San Girolamo, della Fondazione dalmata Rustia Traine di Trieste e della Lega Nazionale di Trieste, Istria, Fiume e Dalmazia

3 marzo

ore 18.00: Sala Convegni delMagazzino 26, “Voci dalla foiba.Musica e poesia per non dimenticare” con Elisa Manzutto (arpa), Elisabetta Vegliach (soprano) e Giacomo Segulia (voce recitante) – A cura della Lega Nazionale con la collaborazione dell’Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio

Gorizia

Il 10 febbraio verrà celebrata in tutta Italia la solennità nazionale del Giorno del Ricordo in memoria del dramma dell’Esodo dei 350 mila istriani, fiumani e dalmati, delle Foibe e dell’iniquo Trattato di Pace firmato a Parigi il 10 febbraio 1947.
Per ricordare questa giornata il Comitato provinciale dell’ ANVGD – Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e la LEGA NAZIONALE di Gorizia, con il patrocinio della Prefettura e del Comune di Gorizia, organizzano una manifestazione alla quale la cittadinanza è invitata a partecipare.

Sabato 10 febbraio 2018 con inizio alle ore 17.00, presso l’Auditorium regionale di Gorizia – Via Roma, 5

PROGRAMMA

  • Esecuzione dell’Inno di Mameli e di altri brani da parte di soli e coro dell’Accademia Lirica Santa Croce di Trieste, diretta dal Maestro Alessandro Svab
  • Saluto delle Autorità
  • Intervento della Presidente dell’ANVGD Gorizia, Maria Grazia Ziberna
  • Intervento del Presidente della Lega Nazionale Gorizia, Luca Urizio
  • Intervento del Prefetto di Gorizia, dott. Massimo Marchesiello e conferimento da parte sua di speciali riconoscimenti ad insigniti residenti nella nostra provincia, discendenti delle vittime delle foibe, ai sensi dell’art. 3, L. n. 92/04
  • Orazione ufficiale di Toni Capuozzo, giornalista
  • Alle ore 16.45 si renderà omaggio ai Martiri in Largo Martiri delle Foibe (adiacente all’Auditorium regionale di Via Roma) alla presenza delle Autorità.

 

Pordenone

Quest’anno celebriamo il Giorno del Ricordo venerdì 9 febbraio, anziché sabato 10 febbraio – giorno ufficiale istituito con legge nazionale – per permettere alle autorità cittadine e alle scuole di Pordenone di partecipare alle cerimonie che si terranno a Trieste il 10 febbraio 2018.

ore 10.00 – Cortile della ex Provincia di Pordenone – Corso Garibaldi
Deposizione della corona alla lapide in ricordo dei martiri delle foibe
Intervento del Sindaco del Comune di Pordenone
Intervento del Presidente dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia

a seguire ore 11.00 – Sala Consiliare della ex Provincia di Pordenone – Corso Garibaldi
Conferenza per le Scuole Secondarie di Primo e Secondo Grado “L’esodo e le foibe: un dramma italiano”
Saluti delle Autorità
Saluti del Presidente della ANVGD, cav. Silvano Varin
Relazione storica del dott. Andrea Massarut – storico del Confine orientale
Testimonianza di Antonella Sirna – figlia dell’esule Mafalda Codan
Modera Flavia Maraston – figlia di esule istriano
Intervento musicale dell’Orchestra “LeoMajor” del Liceo Leopardi Majorana di Pordenone.

Ti potrebbe interessare anche...  14ª Giornata Nazionale delle miniere

ore 20.30 – Sala Teresina Degan – Biblioteca civica di Pordenone
“Un vivo ricordo – il dolore dell’esodo e delle foibe nei discendenti”
Saluti delle Autorità
Introduce e modera: Flavia Maraston – figlia di esule istriano
Intervento storico cav.uff. Silvano Varin, Presidente dell’A.N.V.G.D. – Comitato di Pordenone
Testimonianza di Antonella Sirna – figlia dell’esule Mafalda Codan
Letture dei brani dal diario di Mafalda Codan.

Si chiede un gentile riscontro di adesione agli appuntamenti entro il 7 Febbraio 2018 ai seguenti recapiti: 0434/ 392226/904, oppure una mail al seguente indirizzo: daniela.busato@comune.pordenone.it

Udine

Il “Giorno del Ricordo” della tragedia delle Foibe e dell’Esodo degli Italiani da Istria, Fiume e Dalmazia viene celebrato a Udine sabato 10 e domenica 11 febbraio.

Sabato 10 febbraio 2018

ore 10.00 – Palazzo Belgrado, Piazza del Patriarcato n.3
Presentazione del libro: “Italiani d’Istria, Fiume e Dalmazia esuli in Friuli 1943-1960. Testimonianze di profughi giuliano dalmati a Udine e dintorni”, di Elio Varutti
Esordio di Pietro Fontanini, presidente della Provincia di Udine
Presentazione: Bruna Zuccolin, presidente Comitato Provinciale di Udine dell’ANVGD
Interventi di: Paolo Medeossi, Anna Maria Zilli, Renata Capria D’Aronco e Maria Letizia Burtulo
Relatore: prof. Andrea Tilatti, storico dell’Università di Udine
Relazione dell’autore: prof. Elio Varutti

Domenica 11 febbraio 2018

ore 10.30 – Parrocchia della B.V. del Carmine, Via Aquileia 63
Santa Messa celebrata da don Giancarlo Brianti, parroco della Parrocchia della B.V. Del Carmine, in ricordo delle Vittime delle Foibe e dei defunti giuliano dalmati

ore 11.45 – Parco “Vittime delle Foibe”, tra Via Bertaldia e Via V. Manzini
Benedizione del cippo commemorativo da parte di don Giancarlo Brianti, lettura della preghiera dell’infoibato, deposizione di una corona di alloro.

Info: Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia-Comitato Provinciale di Udine

Aiello del Friuli (UD)

Sabato 10 Febbraio 2018 alle ore 20:30 presso la Sala Civica di Joannis, via L. Da Vinci (ex scuole elementari) Conferenza “Giornata del Ricordo”.

Palazzolo dello Stella (UD)

Venerdì 9 febbraio 2018 alle ore 20,45 presso la Casa del Marinaretto verrà presentato il libro “La memoria in esilio. Il racconto dell’esodo istriano nella letteratura di frontiera e nella memoria orale” di Silvia Polo. La serata sarà allietata da accompagnamento musicale.

con la partecipazione dell’autrice, di Dario Mattiussi, direttore dell’Istituto Gasparini, editore del libro.

Info: Biblioteca Comunale – biblioteca@comune.palazzolodellostella.ud.it

 

San Canzian d’Isonzo (GO)

Martedì 6 febbraio 2018 alle ore 18:00 presso il Municipio (la sala consiliare di Pieris) incontro sul tema “Tutti coloro che dimenticano il loro passato cono condannati a riviverlo” (Primo Levi).
Martedì 6 febbraio alle ore 18.00 a Pieris presso la sala consiliare del Minicipio incontro con lo storico prof.Fulvio Salimbeni – Università di Udine. Comprendere il novecento, secolo criminale, genocida, assassino.

Info: Comune di San Canzian d’Isonzo – largo G. Garibaldi 37 – Pieris

 

San Pier d’Isonzo (GO)

Giorno del Ricordo. Giovedì 8 febbraio presso la Biblioteca Comunale (Via Nazario Sauro, 40) alle ore 18.30 verrà presentato il libro “Lontano da dove?”. Laboratori didattici sul dopoguerra giuliano 1945-1954.
Intervento di Dario Mattiussi, letture di Lucia German, interventi musicali dei No Bel.

Tarcento (UD)

Presso la Biblioteca civica, lunedì 12 Febbraio 2018 alle 18,00 presentazione del romanzo documentario “Gli appunti di Stipe” di Franco Fornasaro: un viaggio nella storia dell’Adriatico orientale dall’irredentismo a oggi, nel desiderio di comprenderne le complesse vicende, con spirito di pace.

 

Tolmezzo (UD)

Il Centro Servizi Museali, in Via della Vittoria, 4 (a fianco del Museo Carnico) ospita, giovedì 15 febbraio 2018  alle 18.00, la conferenza dal titolo: “Sedie, armadi e quaderni aperti: la memoria svelata del Magazzino 18, con la prof.ssa Antonella Pocecco (Università di Udine).

Il magazzino 18 del porto di Trieste custodisce ancora ammassate le masserizie degli esuli istriani e dalmati, che lasciarono le loro case all’indomani del Trattato di Parigi (10 febbraio 1947) che assegnava definitivamente quelle terre alla Jugoslavia di Tito. «Riflettere sul Magazzino 18, situato nel Porto Vecchio di Trieste, con quei 2000 metri cubi di masserizie – ha detto la Pocecco – significa soffermarsi sul valore simbolico degli oggetti depositati dagli esuli, è un ideale ponte della memoria dell’esodo con le nuove generazioni, poiché lì la memoria di quei fatti tragici non è più silente, ma è svelata, quale pezzo della storia d’Italia».

Ingresso libero

A cura dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia Comitato Provinciale di Udine.