- Giro FVG - https://www.girofvg.com -

Giornate FAI di Primavera 2021, 600 aperture straordinarie e visite guidate a contributo libero

Giornate FAI di Primavera 2021, 600 aperture straordinarie e visite guidate a contributo libero

Nel fine settimana 15 e 16 maggio 2021 tornano le Giornate FAI di primavera con 600 aperture in oltre 300 città in tutta Italia e visite guidate a contributo libero nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitario.

In Friuli Venezia Giulia saranno ben 25 i luoghi eccezionalmente aperti.

 

600 aperture in oltre 300 città

Ville e parchi storici, residenze reali e giardini, castelli e monumenti che svelano spazi sorprendenti, aree archeologiche e musei insoliti.
E ancora, orti botanici, percorsi naturalistici da godersi anche in bicicletta, itinerari in borghi che custodiscono antiche tradizioni.

Anche quest’anno le 600 aperture in oltre 300 città proposte in occasione delle Giornate FAI di Primavera – organizzate, disposizioni governative permettendo, sabato 15 e domenica 16 maggio nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria– ben racconteranno l’eccezionale varietà del patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese.

In occasione delle Giornate di Primavera anche i Beni del FAI in tutta Italia si mostreranno da prospettive inconsuete.

Saranno proposte al pubblico visite speciali dedicate in particolare agli interventi per la sostenibilità ambientale dei Beni e, più in generale, al patrimonio di natura, ambiente e paesaggio curato e valorizzato dalla Fondazione.

 

LE GIORNATE FAI DI PRIMAVERA
IN
FRIULI VENEZIA GIULIA

Saranno 25 i luoghi aperti in occasione delle Giornate FAI di Primavera in 8 Comuni del Friuli Venezia Giulia:

  • Cormons (GO),
  • San Vito al Tagliamento (PN),
  • Duino-Aurisina (TS),
  • Trieste,
  • Cividale del Friuli (UD),
  • Osoppo (UD),
  • Rivignano Teor (UD)
  • e Udine.

Il Parco di San Giovanni a Trieste, Villa Ottelio Savorgnan a Rivignano Teor e il percorso della pietra a Duino-Aurisina sono stati inseriti nell’elenco delle “chicche” presentate in occasione della conferenza stampa nazionale del 6 maggio.

Ti potrebbe interessare anche...  Grado Jazz 2021

Prenotazione obbligatoria, fino a esaurimento posti, a partire da giovedì 6 maggio sul sito giornatefai.it fino alla mezzanotte del giorno antecedente la visita.

 

In particolare, in Friuli Venezia Giulia saranno visitabili:

  • a Cormons (GO): la Tenuta di Angoris con le sue cantine e la Villa Locatelli, e un percorso ciclabile fino a Borgnano (GO);

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...  Giro Estate 2021 – Per una stagione ricca e fresca, anche vicino casa

 

 

 

Vedi l’elenco dei luoghi aperti in Friuli Venezia Giulia e tutte le informazioni per le visite guidate

 

Prenotazione obbligatoria, fino a esaurimento posti, a partire da giovedì 6 maggio sul sito giornatefai.it fino alla mezzanotte del giorno antecedente la visita.

Iscrivendosi al FAI online si può usufruire dell’ingresso in due luoghi esclusivi: le Cantine della Tenuta di Angoris a Cormons (GO) e il Museo della Farmacia storica Antonio Colutta a Udine.
Al momento della prenotazione verrà richiesta l’erogazione di un contributo minimo di euro 3,00 che andrà a sostenere le attività istituzionali della Fondazione e garantire la visita in sicurezza.
Il contributo di ogni singolo cittadino può fare la differenza per salvare il patrimonio italiano.

 

VEDI ANCHE CASTELLI APERTI FVG

LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO

Ricordiamo che durante le visite sarà necessario rispettare tutte le norme di sicurezza, contenute nei cartelli informativi posti all’inizio del percorso, a partire dall’attenzione a non creare assembramenti e all’uso della mascherina durante l’intera durata della visita.

Importante disinfettare le mani con gli appositi gel e attenersi alle indicazioni date dai volontari.

Viene richiesto di rinunciare alla visita qualora nei 14 giorni antecedenti si abbia avuto una temperatura corporea superiore ai 37,5°C oppure ci siano stati contatti con persone risultate positive al COVID19.

 

COME PARTECIPARE ALLE GIORNATE FAI DI PRIMAVERA E SOSTENERE LA FONDAZIONE

Le Giornate FAI di Primavera, oltre a essere un momento di incontro tra la Fondazione e la gente, sono anche un importante evento di raccolta fondi: prendervi parte permetterà infatti di sostenere la missione del FAI in un momento particolarmente delicato.

Ti potrebbe interessare anche...  Nottinarena a Lignano Sabbiadoro, grande musica e spettacoli

Per farlo il pubblico potrà effettuare una donazione libera – del valore minimo di 3 € – e anche sottoscrivere l’iscrizione annuale, online oppure in piazza durante la manifestazione.

La donazione online consentirà di prenotare la propria visita, assicurandosi così l’ingresso nei luoghi aperti dal momento che, per rispettare la sicurezza di tutti, i posti disponibili saranno limitati.

Nel rispetto della normativa vigente (Decreto Sostegni del 22 aprile 2021), per partecipare alle Giornate FAI di Primavera è obbligatorio prenotarsi sul sito www.giornatefai.it entro e non oltre la mezzanotte del giorno precedente la visita.
Gli ingressi saranno disponibili fino all’esaurimento dei posti di ogni turno per garantire la sicurezza di tutti.

 

N.B.: Il programma delle aperture potrebbe subire variazioni; la realizzazione dell’evento nelle singole Regioni dipenderà dal loro colore nella settimana del 10 maggio.
Preghiamo di consultare frequentemente il sito giornatefai.it per gli aggiornamenti.

 

Info: Fondo Ambiente