Eventi

Fai tappa a Gemona - eventi collaterali al Giro d’Italia

  • Data: da mercoledì 28 maggio a mercoledì 4 giugno 2014
  • Luogo: Gemona del Friuli (UD)
  • Data inizio: 28-05-2014
  • Data fine: 04-06-2014

Fai tappa a Gemona - eventi collaterali al Giro d’Italia

Il 1 giugno la corsa rosa parte da Gemona del Friuli (UD) per l’ultimo tratto di un filo appuntato a Belfast il 9 maggio. Un momento importante per il Giro e per Gemona, che vede così riconosciuto il proprio ruolo di ombelico del mondo sportivo friulano. Gemona città dello sport e del ben stare accoglie la carovana con una serie di iniziative che  raccontano di un territorio pronto a mettersi in gioco e mostrare il proprio lato più dinamico.

Da venerdì 30 maggio a domenica 1 giugno 2014 la città pedemontana incornicia il  Giro con un prima un durante e un dopo che vanno sotto il nome di Fai tappa a Gemona. Il centro diventa vetrina per le tante discipline sportive che hanno nel progetto che ruota attorno a Gemona i propri luoghi d’eccellenza. E poi spazio alle notti rosa, alle carrellate di specialità gastronomiche, a convegni e proiezioni, perché accanto al fruscio di decine di ruote che scorrono c’è un territorio intero che si muove e che vuole mostrare come lo sport generi salute, entusiasmo e occasioni di crescita. Da non perdere la mostra Gino Bartali 100 da leggenda VEDI IL PROGRAMMA DI FAI TAPPA A GEMONA In occasione del passaggio del Giro d’Italia a Gemona, la Cineteca riporta sullo schermo i campioni del passato nella commedia Totò al Giro d’Italia e nel documentario Bottecchia, l’ultima pedalata, mercoledì 28 maggio e 4 giugno, ore 21, al Cinema Sociale di Gemona. In Friuli Venezia Giulia è tempo di grande ciclismo e per l'occasione la Cineteca del Friuli rispolvera Totò al Giro d'Italia di Mario Mattoli, la divertente commedia che nel 1949 inaugurò la lunga serie di pellicole nel cui titolo compare il nome di Totò. Anticipato dal trailer d’epoca conservato dalla Cineteca, il film è in programma al Cinema Sociale mercoledì 28 maggio alle 21. Ingresso unico 3 euro.
Accanto all'attore-mattatore, che nelle scene più "atletiche" è sostituito dalla sua controfigura Dino Valdi, figurano nel cast Isa Barzizza, Walter Chiari, Mario Castellani, Luigi Pavese, Mario Riva e compaiono molti campioni del ciclismo di allora, da Coppi e Bartali a Bobet, Kubler e Magni (il film fu realizzato mentre i corridori si preparavano per l’imminente Giro di Lombardia), con un’apparizione anche dell’asso del volante Tazio Nuvolari. In un piccolo ruolo recita pure la triestina Fulvia Franco, vincitrice nel 1948 del titolo di Miss Italia e futura moglie del pugile triestino Tiberio Mitri. La trama del film sfrutta volutamente, intrecciandoli, due eventi nazional-popolari come il Giro d’Italia e l’elezione della Miss nazionale. Le prime scene furono girate nell'ottobre del 1948 a Stresa proprio durante la finale del concorso di bellezza, in cui Antonio de Curtis/Totò faceva realmente parte della giuria. Nonostante l'impalcatura farsesca, Totò al Giro d'Italia documenta bene l'atmosfera dell'Italia postbellica, l’entusiasmo per le Miss e le folle accalcate nelle strade dove passava il Giro. Lo stesso che a distanza di parecchi decenni infiamma ancora gli animi degli appassionati e che domenica 1° giugno si chiuderà a Trieste - dopo la tappa Maniago-Monte Zoncolan del 31 maggio - con la 21a tappa che partirà da Gemona. Mercoledì 4 giugno, sempre al Sociale alle 21, le due ruote saranno nuovamente protagoniste in sala con Bottecchia, l'ultima pedalata (2008), il documentario firmato da Gloria De Antoni e prodotto dalla Cineteca del Friuli che, avvalendosi della partecipazione straordinaria di Gianni Mura, ripercorre la vicenda umana e sportiva di Ottavio Bottecchia e prova a dipanare il mistero sulle circostanze della caduta che ne provocò la morte, avvenuta a Gemona il 15 giugno 1927.
 

SFOGLIA GIRO PRIMAVERA!

Giro
Iscriviti alla nostra newsletter