- Giro FVG - https://www.girofvg.com -

Escursioni con visite guidate sui luoghi della Grande Guerra – Friuli Venezia Giulia

1 Aprile 2015a14 Dicembre 2015

escursioni-Grande-Guerra

Molte sono le iniziative in programma per visitare i luoghi della Grande Guerra in Friuli Venezia Giulia accompagnati da una guida storica esperta.

Qui di seguito vi segnaliamo le escursioni organizzate per il 2015 dal Museo della Grande Guerra di Ragogna e quelle organizzate dalla Provincia di Gorizia con la collaborazione di APT e Proloco di Fogliano Redipuglia nell’ambito del progetto Carso2014+, per avvicinare i cittadini ai luoghi della memoria nel Centenario della Prima Guerra Mondiale.

Inoltre, su indicazione e proposta di gruppi ed enti, sia il Museo della Grande Guerra di Ragogna che la Pro Loco di Fogliano Redipuglia organizzano anche altre gite storiche e iniziative culturali.

 

Per la commemorazione del centenario della Grande Guerra in Friuli Venezia Giulia, anche TurismoFVG propone un ricco calendario di visite guidate gratuite per conoscere le tracce che il conflitto ha lasciato in regione e i luoghi cruciali di questo doloroso evento, lungo itinerari che si snodano all’interno di diversi contesti naturali, dall’Altopiano carsico che circonda Trieste, fino alle cime delle Alpi al confine con l’Austria.
Per il calendario delle visite guidate organizzate da Turismo FVG clicca qui
Ad esclusione di alcune uscite di trekking, gli itinerari sono adatti a chiunque, si svolgono in mezzo alla natura e coprono l’intero territorio regionale. Inoltre, per chi lo desidera, sono disponibili anche le visite guidate tematizzate sul tema del primo conflitto mondiale nelle città di Udine, Gorizia e Trieste.
Tutte le visite guidate Grande Guerra organizzate da Turismo FVG sono gratuite: per partecipare è necessaria la prenotazione secondo le modalità indicate per ogni singola visita sul sito www.turismofvg.it.

 

Segnaliamo inoltre che nelle giornate di sabato 11 e domenica 12 aprile presso il Rifugio Pelizzo Montemaggiore comune di Savogna UD il Convegno-Passeggiata intitolato “Valli del Natisone nella Prima Guerra: dalla Guerra dei Professori alla cavalcata di Rommel – Monte Matajur: la strada di Rommel” e organizzato dalla Pro Loco Nediške Doline, col patrocinio del Comune di Savogna.
Primo evento nella storia delle Valli sia per portata che per tematica e modalità di organizzazione, vedrà la partecipazione dei Relatori Marco Pascoli, Direttore del museo di Ragogna e Sofia Miola, studentessa universitaria.
Vedi il programma completo di “Valli del Natisone nella Prima Guerra: dalla Guerra dei Professori alla cavalcata di Rommel – Monte Matajur: la strada di Rommel”

 

 

PROGRAMMA DELLE ESCURSIONI SUI LUOGHI DELLA GRANDE GUERRA PER IL 2015

11 aprile: Le cannoniere del Brestovec – San Michele del Carso **

12 aprile: Comprensorio della Dolina dei Bersaglieri e Sacrario di Redipuglia **

sabato 11 e domenica 12 aprile – Monte Matajur: la strada di Rommel ****
Si terrà nelle giornate di sabato 11 e domenica 12 aprile presso il Rifugio Pelizzo Montemaggiore comune di Savogna UD il Convegno-Passeggiata intitolato “Valli del Natisone nella Prima Guerra: dalla Guerra dei Professori alla cavalcata di Rommel – Monte Matajur: la strada di Rommel” e organizzato dalla Pro Loco Nediške Doline, col patrocinio del Comune di Savogna.
Primo evento nella storia delle Valli sia per portata che per tematica e modalità di organizzazione, vedrà la partecipazione dei Relatori Marco Pascoli, Direttore del museo di Ragogna e Sofia Miola, studentessa universitaria.
Di seguito, il programma dettagliato della “due giornate”, che vedrà l’alternarsi di interventi ad opera di esperti, passeggiate sul Monte Matajur e momenti di ristoro al Rifugio Pelizzo e Koča Dom Na Matajure:
Sabato 11 aprile presso il Rifugio Pelizzo Montemaggiore – Monte Matajur
– ore 9.30: apertura Convegno e saluti delle Autorità;
– ore 10.00: “La Guerra dei Professori”, relatrice Sofia Miola;
– ore 10.45: “La Cavalcata di Rommel”, relatore Marco Pascoli, Direttore del museo di Ragogna;
– ore 11.30: interventi dal pubblico;
– ore 12.00: ristoro presso il Rifugio Pelizzo (prenotazione consigliata)
– ore 13.30: inizio passeggiata sulla strada di Rommel – Monte Matajur, accompagnati dal Relatore Marco Pascoli;
– ore 15.30: rientro al Rifugio Pelizzo.
Domenica 12 aprile Rifugio Pelizzo Montemaggiore – Monte Matajur
– ore 09.30: appuntamento al rifugio Pelizzo e inizio passeggiata sulla strada di Rommel – Monte Matajur, accompagnati da Antonio De Toni, Presidente della Pro Loco Nediške Doline/Valli del Natisone;
– ore 12.00 Rifugio Koča Dom Na Matajure per il ristoro (consigliata prenotazione)
– ore 14.00: Rientro al Rifugio Pelizzo per chiusura dei lavori del Convegno passeggiata.
Info e prenotazioni: Pro Loco Nediške Doline – Valli del Natisone

26 aprile: Percorso Carso2014+:  San Martino del Carso: Museo pirvato “Ricordi della Grande Guerra”, Museo all’aperto di San Michele: galleria cannoniera della Terza Armata **

3 maggio: Visita a Sdricca di Manzano e ai luoghi di fondazione degli Arditi *

9 maggio: Il Parco Tematico di Monfalcone – Ambito 1 **

10 maggio: Comprensorio della Dolina dei Bersaglieri e Sacrario di Redipuglia **

10 maggio: graffiti della Grande Guerra *
ore 15:00 ritrovo al Museo di Ragogna (Via Roma 23) e partenza passeggiata alla scoperta delle testimanianze epigrafiche presenti a San Giacomo, Pignano e presso le rive del Tagliamento.
Passeggiata facile, 5 km circa, indossare calzature sportive

9 giugno: Parco tematico della Grande Guerra di Monfalcone **

13 giugno: Visita ai trinceramenti italiani del Monte di Ragogna *

28 giugno: San Martino del Carso, con il museo privato “Ricordi della Grande Guerra”, e il Museo all’aperto del Monte San Michele, con la visita alla galleria cannoniera della Terza Armata. **
L’accompagnamento sarà a cura del signor Fabio Denitto, socio del Gruppo Speleologico Carsico che gestisce il Museo della Grande Guerra di San Martino del Carso, e del signor Giorgio Cian, guida dell’Associazione “Sentieri di Pace” di Fogliano.
La partenza è alle 9 dal piazzale antistante la stazione ferroviaria di Fogliano Redipuglia. Il ritorno è previsto entro la mattinata.
Il bus costeggerà il fiume Isonzo fino a Rubbia, per mostrare le zone dei primi attacchi verso il San Michele. Si dirigerà poi verso il vallone di Gorizia, conquistato nell’agosto del 1915, e successivamente verso il paese di San Martino del Carso. Qui i partecipanti saranno guidati alla visita del Museo della Grande Guerra, che attualmente ospita la mostra dell’Albero Storto, realizzata in collaborazione con il museo di Timisoara.
Dopo una breve visita al paese, si procederà verso il Monte San Michele, di cui si visiteranno le cime 3 e 4 (da cui venne lanciato il gas il 29 giugno del 1916) e le trincee antistanti. Dal piazzale verranno illustrate le varie fasi della presa di Gorizia nell’agosto del ‘15. È prevista anche una rapida visita al Museo dell’Esercito. Al ritorno si toccheranno i paesi di Doberdò del Lago e di Selz, dove sono ben visibili le trincee dei primi combattimenti per la conquista dell’Altopiano di Doberdò. Il rientro è previsto per le 12.30, nello stesso piazzale della partenza.
“Sul Carso, a 100 anni dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale, l’Isonzo, il confine e i resti delle trincee, gallerie e camminamenti, la memoria della guerra rimasta nel vissuto collettivo delle persone, compongono in maniera naturale un grandioso museo all’aperto. Vogliamo portare la gente direttamente in questi luoghi, a toccare con mano la storia che si è fatta su questa terra, la gente che l’ha vissuta”, commenta Mara Černic, assessore provinciale al turismo.

Ti potrebbe interessare anche...  Terra di scrittori: il Friuli Venezia Giulia in 9 viaggi digitali d'autore

12 luglio: Percorso Carso2014+:  San Martino del Carso: Museo pirvato “Ricordi della Grande Guerra”, Museo all’aperto di San Michele: galleria cannoniera della Terza Armata **

19 luglio: Visita al Monte Nero e al Monte Rosso *

1 agosto: Museo all’aperto del Monte San Michele ***

2 agosto: Percorso storico del Monte Brestovec ***

6 agosto: Museo all’aperto della Dolina del XV Bersaglieri ***

7 agosto: Parco Tematico della Grande Guerra di Monfalcone – Quota 121 e 85 ***

9 agosto: Il Parco Tematico di Monfalcone – Ambito 1 **

13 agosto: Museo all’aperto della Dolina del XV Bersaglieri ***

14 agosto: Parco Tematico della Grande Guerra di Monfalcone – Quota 121 e 85 ***

15 agosto: Museo all’aperto del Monte San Michele ***

16 agosto: Visita al «Museo all’aperto» del Monte Sabotino ***

20 agosto: Museo all’aperto della Dolina del XV Bersaglieri ***

21 agosto: Parco Tematico della Grande Guerra di Monfalcone – Quota 121 e 85 ***

22 agosto: Museo all’aperto del Monte San Michele ***

23 agosto: Percorso storico del Monte Brestovec ***

28 agosto: Parco Tematico della Grande Guerra di Monfalcone – Quota 121 e 85 ***

30 agosto: Visita all’ossario germanico e ai teatri di battaglia di Pinzano al Tagliamento *

20 settembre: Gallerie: Monte Forsin Villesse – Versa – Cervignano del Friuli – Cimitero degli Eroi Aquileia **
L’itinerario toccherà Villesse (per l’eccidio di civili villessini da parte dell’Esercito Italiano), Ruda (per il campanile osservatorio del re), Aquileia (con il cimitero degli Eroi), Cervignano (per il comando della III Armata, il ponte sull’Aussa e il domicilio di D’Annunzio), Saciletto (con il Ponte dei sospiri attraversato dai disertori portati alla fucilazione), Perteole con il cimitero militare e la cappella con tempere dipinte in quel tempo), Visco (con le dogane italiana e austriaca, il lazzaretto, ex cimitero militare).
Ad accompagnare l’escursione sarà il professor Ferruccio Tassin, socio fondatore e vicepresidente dell’Istituto di Storia Sociale e Religiosa di Gorizia, con il supporto, a Villesse, di Moreno Weffort dell’associazione “I Blaudins” e, a Saciletto, di Adriana Miceu, cultrice di tradizioni popolari.
La partenza è alle 9 dal piazzale antistante la stazione ferroviaria di Fogliano Redipuglia. Il ritorno è previsto entro la mattinata.

20 settembre: Visita al monte Kal (Resia) *
Escursione grande guerra – DOMENICA 20 SETTEMBRE, RITROVO ALLE ORE 9:30 PRESSO UCCEA (COMUNE DI RESIA): appositamente per i camminatori appassionati della storia della Grande Guerra, abbiamo organizzato la prima gita storica al campo di battaglia dimenticato del Monte Caal.
Si tratta di un’escursione non difficile, che tuttavia richiede un certo allenamento, di notevole interesse storico e del tutto “inedita”.
Vedi tutte le informazioni sull’escursione.
Organizzazione: Museo della Grande Guerra di Ragogna. Nella giornata di venerdì 18 settembre riceverete un’ulteriore mail di conferma (o meno) della gita, in relazioni alle previsione meteo.
Nel caso di previsto maltempo, la manifestazione sarà rimandata a data da destinarsi.

27 settembre: Percorso Carso2014+ – San Martino del Carso: Museo pirvato “Ricordi della Grande Guerra”, Museo all’aperto di San Michele: galleria cannoniera della Terza Armata **
L’itinerario orterà i visitatori nei luoghi simbolo di Carso2014+: San Martino del Carso e il museo privato “Ricordi della Grande Guerra”, poi il  Monte San Michele. L’accompagnamento sarà a cura dei signori Fabio Denitto e Paolo Pollanzi, soci del Gruppo Speleologico Carsico che gestisce il Museo della Grande Guerra di San Martino del Carso.
Il bus costeggerà il fiume Isonzo fino a Rubbia, per far conoscere le zone dei primi attacchi verso il San Michele. Si dirigerà poi verso il vallone di Gorizia e successivamente verso San Martino del Carso.
Qui i partecipanti saranno guidati alla visita del Museo della Grande Guerra e, dopo una breve visita al paese, si procederà verso il Monte San Michele, di cui si visiteranno le cime 3 e 4 e le trincee antistanti.
Dal piazzale verranno illustrate le varie fasi della presa di Gorizia nell’agosto del 1915. È anche prevista una rapida visita al museo dell’Esercito. Al ritorno si toccheranno Doberdò del Lago e Selz, dove sono ben visibili le trincee dei primi combattimenti per la conquista dell’Altopiano di Doberdò.
La partenza è alle 9 dal piazzale antistante la stazione ferroviaria di Fogliano Redipuglia. Il ritorno è previsto entro la mattinata.

Ti potrebbe interessare anche...  Decreto Rilancio: misure urgenti in Italia (16 maggio 2020)

18 ottobre: Visita a Forcella Clautana *

24 ottobre: La dodicesima battaglia dell’Isonzo: Caporetto/Kobarid: il Museo e il Sacrario Militare di Sant’Antonio (Ossario dei soldati italiani) **
Nell’anniversario dell’inizio della Dodicesima Battaglia dell’Isonzo, quella che ha poi portato alla disfatta di Caporetto: con il bus, partendo alle 9 dalla stazione di Redipuglia, si arriverà a Caporetto/Kobarid. Qui sono previste le visite guidate al Museo e al Sacrario militare di Sant’Antonio (ossario dei soldati italiani).
Ad accompagnare i partecipanti Pierluigi Lodi, che ha pubblicato diversi contributi specialistici sulla prima Guerra Mondiale, realizzando una serie di conferenze e interventi che gli sono valsi la nomina di collaboratore didattico della Cattedra di Storia Contemporanea all’Università di Udine.
Il rientro è previsto per le 15.30 circa alla stazione ferroviaria di Redipuglia: il pranzo è al sacco e si consiglia un abbigliamento comodo.
È vivamente consigliata la prenotazione.
Per informazioni e prenotazioni (costo del biglietto 5 Euro – sono comprese gli accessi al museo e le visite guidate) ci si può rivolgere all’Info Point Carso2014+ della Provincia al Tiare Shopping di Villesse (tel. 0481.91697) oppure allo IAT di Redipuglia (tel. 0481.489139).

24 ottobre: La cavalcata di Rommel – Monte Matajur: la strada di Rommel ****
Sabato 24 ottobre, nell’anniversario dello sfondamento austro-tedesco di Caporetto, dalle ore 9.30 passeggiata lungo la strada di Rommel, con la partecipazione di Marco Pascoli, direttore del Museo storico della Grande Guerra di Ragogna, e organizzata dalla Pro Loco Nediške Doline, col patrocinio del Comune di Savogna.
Una proposta inedita con partenza da AVSA Slovenia, lungo il percorso descritto da Rommel in “Fanterie all’Attacco”. I partecipanti, accompagnati nei luoghi descritti nella memorialistica di Rommel, calpesteranno le stesse pietre del giovane ufficiale di fanteria per giungere in cima al Monte Matajur. Saranno illustrati i principali episodi che caratterizzarono la cavalcata di Rommel toccando le cime del MRZLI WRH e Monte MATAJUR.
La passeggiata si snoda lungo l’itinerario che dal paese di AVSA di Luico (Livek, in Slovenia) sale ai monti Cragonza (oggi chiamato Breza), Mrzli e Matajur, lungo l’itinerario seguito dal Tenente Erwin Rommel e dai suoi Gerbirgsschützen del Würrtemberg tedesco durante la conquista del Matajur (26 ottobre 1917).
Ritrovo a Ponte di San Quirino (presso il Ponte sul Natisone) alle ore 8:30 oppure ad Avsa di Livek alle ore 9:15. Partenza alle 9:30.
L’itinerario non propone una mera ripetizione di quanto fatto ad aprile, bensì si concentrerà anche sulla parte più “bassa” del campo di battaglia (Cragonza, Mrzli e Quota 1424), tagliate fuori durante la scorsa, più speditiva, edizione della gita. E’ quindi di interesse, eventualmente, anche per chi abbia partecipato alla gita di aprile.
Pur non presentando il percorso alcuna difficoltà, si richiede un medio allenamento da trekking (800 metri dislivello). Necessari abbigliamento da trekking, giacca a vento nello zaino, scarponi, pranzo al sacco.
Programma:
Ore 08.30 Appuntamento in località Ponte San Quirino – San Pietro al Natisone e con propri automezzi si raggiunge Avsa Slovenia presso l’agriturismo Jelenov Breg Pod Matajurjem (quota m 860)
Ore 09.30 iscrizione e partenza da Avsa Slovenia presso l’agriturismo Jelenov Breg Pod Matajurjem (quota m 860)
Ore 13.30 arrivo Cima Matajur (quota m 1641)
Ore 16.30 rientro ad Avsa
Il costo è 10 euro
Altre informazioni
Il sentiero si svolge su strade interpoderali e sentieri. Dislivello 781 m. circa. Sviluppo 6 Km circa. Pranzo al sacco con provviste proprie. Si raccomandano abbigliamento consono alla stagione autunnale e scarpe da trekking, acqua secondo le proprie necessità.
Sono graditi gli amici a quattro zampe.
Per chi desiderasse è previsto al rientro dalla passeggiata un momento conviviale con le guide presso l’agriturismo.
Accesso: Giunti a Cividale seguire indicazioni per San Pietro al Natisone Slovenia e giunti in località Ponte San Quirino fermarsi al parcheggio.
Per chi desidera raggiungere direttamente Avsa: giunti a Cividale seguire indicazioni per San Pietro al Natisone Slovenia. Giunti in località Ponte San Quirino seguire indicazioni per Savogna, Monte Matajur Strada Provinciale 11. Giunti a Savogna seguire indicazioni per monte Matajur Masseris. Giunti a Cepletischis seguire indicazioni per Polava confine di stato. Superato i l confine e giunti a Livek/Luicco (Slovenia) seguire indicazioni per Avsa. Km 23 da Cividale.
Accompagnatori: Marco Pascoli e Antonio De Toni
Consigliata prenotazione

1 novembre: Batteria Ragogna Bassa e Cresta *
Dalle ore 9.30 alle ore 13.00, ritrovo presso la Piazza di San Pietro di Ragogna per la VISITA STORICA AI LUOGHI DELLA GRANDE GUERRA SUL MONTE DI RAGOGNA (BATTERIA RAGOGNA BASSA E CRESTA)
Alle ore 14.30 presso il Museo Della Grande Guerra di Ragogna, PARTENZA PERCORSO DI COMMEMORAZIONE DELLA BATTAGLIA DEL TAGLIAMENTO con deposizione omaggi floreali e interventi storici presso il Ponte di Pinzano (Col Pion), Forgaria nel Friuli( San Rocco) e San Daniele del Friuli (Isolotto Clapàt).

1 novembre: Sacrari, ossari e comiteri:  Cimitero Austroungarico di Redipuglia, Brazzano, Oslavia, Redipuglia **
La partenza, come di consueto, alle 9 di domenica 1° novembre dalla stazione ferroviaria di Redipuglia. Anche questa volta un accompagnatore d’eccezione, il Prof. Lucio Fabi: storico, collaboratore di riviste e istituzioni culturali, ha pubblicato svariati libri sugli aspetti sociali e iconografici del primo conflitto mondiale.
Per l’occasione Lucio Fabi ha elaborato La memoria nella pietra, un itinerario che, dalla stazione storica di Redipuglia si snoda tra i principali sacrari e cimiteri di guerra della provincia isontina.
Alla fine del Primo conflitto mondiale si presentò da subito il problema di sistemare le centinaia di cimiteri militari dislocati lungo le retrovie del fronte carsico. Si trattò di un’opera di bonifica complessa cui è testimone la storia dell’area monumentale di Redipuglia che, con gli oltre 100.000 soldati sepolti, divenne nel 1938 il principale simbolo della memoria della Grande Guerra per reduci e familiari dei caduti, sia italiani che austro-ungarici, accolti nel vicino cimitero militare austro-ungarico di Polazzo.
Da Polazzo ci si sposterà al cimitero civile di Brazzano che ospita i resti del cimitero militare in cui, dopo Caporetto, gli austriaci seppellirono i loro morti assieme alle salme dei prigionieri russi, italiani e di altre nazionalità, contraddistinto dal motto Freund und Feind / Im Tode vereint (Amico e nemico uniti nella morte).
Ultima tappa il Cimitero militare di Oslavia, imponente sistema di tre torri di pietra in cui sono raccolte le salme di oltre 57.000 soldati italiani e 539 caduti austro-ungarici. L’itinerario riporterà i partecipanti a Redipuglia verso le 13, attraverso la Statale 55 del Vallone, trasformato, nel corso del conflitto, dai due eserciti, in un enorme cimitero transnazionale di cui ancora si percepiscono i segni sul territorio.

Ti potrebbe interessare anche...  Bonus Luce & Gas: Devo Pagare le Bollette?

7 novembre: Da San Martino al Monte San Michele (Carso) *
alla riscoperta del campo di battaglia più temibile del Carso
sulle tracce del soldato poeta Giuseppe Ungaretti
ORARIO DI RITROVO: ore 9.30
piazza davanti alla Chiesa di San Martino del Carso (Comune di Sagrado – GO)
nessuna difficoltà; durata percorso (soste e visita alle testimonianze storiche incluse) ore 5:00 circa; dislivello: 150 metri complessivi; necessari abbigliamento e calzature da trekking; portare seco adeguato quantitativo di acqua potabile e pranzo al sacco; dotarsi di lampade portatili per visita all’interno delle fortificazioni
QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 5 (gratis ragazzi sotto i 18 anni) – iscrizione alla partenza
informazioni: 347 30 597 19 – info@grandeguerra-ragogna.it
ACCOMPAGNATORE: dr. Marco Pascoli (esperto Grande Guerra L.R. FVG 11/2013)
SI DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER EVENTUALI SINISTRI OCCORSI DURANTE LA VISITA

8 novembre:  gita aperta al pubblico lungo i luoghi della Grande Guerra tra Tramonti e l’alta Val Meduna (Lago dal Ciul) *****
Alla riscoperta dei combattimenti più dimenticati delle Prealpi Carniche e del luogo dove il Generale Rocca e gli ultimi resti della 63^ Divisione di Fanteria sostennero l’ultimo drammatico combattimento.
Itinerario storicamente inedito in luoghi che meritano essere conosciuti.
Escursione a tema storico verso Frassaneit e il lago dal Ciul con le guide del Parco delle Dolomiti Friulane e la partecipazione dello storico MARCO PASCOLI, esperto delle vicende della Prima Guerra Mondiale.
ATTIVITA’ GRATUITA
09.30 ritrovo presso il bar Sala Prealpi a Tramonti di Sopra.
Itinerario: Tramonti di Sopra – lago dal Ciul, per ricostruire le vicende della battaglia di Tramonti e quella del Generale Rocca
Prenotazioni al numero 3334756449 o 3286488188

22 novembre: visita al SENTIERO DELLA BATTAGLIA DI PRADIS *
Nell’ambito del calendario gite grande guerra di TURISMO FVG, escursione alla riscoperta di una delle principali polveriere serventi la Fortezza “Basso Tagliamento”
partenza da Pielungo (piazza) in Comune di Vito d’Asio, alle ore 10:00.
RITROVO alle ore 14:00, presso la polveriera in fondo alla VIA POLVERIERE in CASARSA DELLA DELIZIA (PN) – gps: N45.96913 E12.84678
durata: ore 1:30 circa – nessuna difficoltà – consigliate scarpe da ginnastica
ACCOMPAGNATORE: dr. Marco Pascoli (esperto storico Grande Guerra L.R. FVG 11/2013)
PARTECIPAZIONE LIBERA
informazioni: 347 30 597 19 – info@grandeguerra-ragogna.it

29 novembre: Percorso Carso2014+:  San Martino del Carso: Museo pirvato “Ricordi della Grande Guerra”, Museo all’aperto di San Michele: galleria cannoniera della Terza Armata **

sabato 5 dicembre: San Michele, Monte Si Busi, Trincea delle Frasche **

13 dicembre: Escursione storica al baluardo Austro-ungarico del Monte Ermada (Carso) *
Ritrovo alle ore 9:00 presso il Sacrario di Redipuglia.
Si tratta di un’escursione di giornata, non difficile, che abbisogna di un minimo di allenamento.
Ci porterà a capire sul campo perché quel colle sovrastante Duino fu più volte definito “fortezza imprendibile” e perché, nella realtà, non fu mai(a guerra in corso) conquistato dalle truppe italiane.
Portate le torce elettrica per visita alle fortificazioni sotterranee.
A fine escursione avremo l’opportunità di visitare la mostra dedicata all’Esercito Austro-Ungarico della Grande Guerra con particolare riferimento all’area triestina “Uno sguardo dal litorale”, prima che l’attuale allestimento venga modificato (la mostra propone ogni anno un allestimento diverso).
RITROVO: ore 9.00, presso il grande parcheggio inferiore del Sacrario di Redipuglia
escursione priva di difficoltà, ore 6:00, dislivello circa 250 metri complessivi, necessari abbigliamento e calzature da trekking, portare acqua e pranzo al sacco, dotarsi di lampade portatili per visita fortificazioni
QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 5 (gratis ragazzi sotto i 18 anni) – iscrizione alla partenza informazioni: tel. 347 30 597 19 – info@grandeguerra-ragogna.it
ACCOMPAGNATORE: dr. Marco Pascoli (esperto Grande Guerra L.R. FVG 11/2013)

13 dicembre: Percorso Carso2014+:  San Martino del Carso: Museo pirvato “Ricordi della Grande Guerra”, Museo all’aperto di San Michele: galleria cannoniera della Terza Armata **

 

NOTE:
Si consigliano calzature sportive o da trekking.
Portarsi seco adeguato quantitativo di acqua potabile.
Suggerita torcia elettrica per visita ai sotterranei.
Dotarsi dell’abbigliamento e delle precauzioni dovute per la possibile presenza di zecche.

 

INFO E PRENOTAZIONI:
* info e prenotazioni: Museo della Grande Guerra di Ragogna – Gruppo Storico Friuli Collinare – Tel. +39 0432 954078
** info e prenotazioni: Provincia di Gorizia c/o Tiare Shopping di Villesse (Gorizia) 0481.91697 carso2014@provincia.gorizia.it oppure I.A.T. Redipuglia – Tel. +39 0481 489139 / +39 346 1761913
*** Per il calendario delle visite guidate organizzate da Turismo FVG clicca qui
**** Info e prenotazioni Ufficio Informazione e Accoglienza Turistica Turismo FVG – Pro Loco Nediške Doline – Valli del Natisone – tel. 349 3241168 / 339 8403196 (tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:00).
***** Info e prenotazioni: Pro Tramonti di Sopra – tel 3334756449 o 3286488188

 

 

Prova a vedere anche:
il classico “giro” delle osmize…..

 copertina_cartina_ciclabili-riviera_2015_630-362x340