- Giro FVG - https://www.girofvg.com -

Comuni Ciclabili 2020: tutti i comuni in Friuli Venezia Giulia

Dario Raugna, sindaco di Grado

 

Grado si riconferma Comune Ciclabile d’eccellenza 

Anche per l’edizione 2020 di ComuniCiclabili di Fiab onlus – Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta Grado ottiene il massimo punteggio di 5 bike smile, assieme a Bolzano, Cesena, Ferrara e Schio.

Il riconoscimento è stato consegnato questo pomeriggio al Nuvola Lavazza di Torino nella cornice di UrbanPromo, iniziativa promossa da INU/URBIT, l’Istituto Nazionale di Urbanistica con cui FIAB-ComuniCiclabili ha attivato già da tempo un accordo di reciproca collaborazione. La valutazione di FIAB avviene sulla base di decine di parametri in 4 aree: infrastrutture urbane, cicloturismo, governance e comunicazione & promozione. Il punteggio attribuito a ogni comune va da 1 (il minimo) a 5 (il massimo) bike-smile e viene indicato sulla bandiera gialla. Grado ha ottenuto per il terzo anno conseutivo il miglior punteggio, nella fascia più alta di 5 bike smile e secondo la valutazione di FIAB continua a migliorarsi a piccoli passi.

Siamo davvero soddisfatti per questo eccezionale risultato – dichiara il Sindaco Dario Raugna che ha ritirato il premio a Torino – In questi tre anni di amministrazione abbiamo fatto tantissimo per promuovere il cicloturismo e i risultati sono ormai visibili e continueremo con queste iniziative di promozione della nostra località a 360 gradi, consci del fatto che questo è ormai il futuro. Sempre più turisti infatti scelgono la nostra località non solo per la spiaggia e le terme, ma anche per la qualità delle nostre piste ciclabili che consentono di visitare il nostro territorio in tutta sicurezza. Con il completamento della tratta ciclabile sul ponte Matteotti e altri accorgimenti su cui stiamo lavorando il nostro Comune potrà fare ancora significativi passi avanti in tal senso”.

La consegna del riconoscimento di ComuniCiclabili è solo uno degli aspetti di un progetto che si prefigge di creare una rete tra tutte le realtà aderenti e di stimolare sindaci e amministrazioni a fare sempre meglio per agevolare lo sviluppo di una mobilità attiva e la scelta della bicicletta come mezzo di trasporto in ogni ambito (dagli spostamenti quotidiani di bike-to-work e bike-to-school al tempo libero, fino alle vacanze in sella).

 

Comuni Ciclabili in Friuli Venezia Giulia

 

GO

Grado                

Monfalcone    

Turriaco           

 

 

PN

Pordenone      


Azzano Decimo    

 

Barcis      

Maniago     

Porcia     

 

UD

Gemona    

 

Lignano Sabbiadoro      


Comuni Ciclabili in Italia

Firenze, Arezzo, Desio (MB), Vasto (CH), Merano (BZ), Mira (VE), Valdagno (VI), Santarcangelo (RN), San Salvo (CH) e ), Breda di Piave (TV) sono, in ordine di popolazione, le prime dieci nuove città ad entrare per l’edizione 2020 nella rete ComuniCiclabili, il progetto sviluppato da FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta per verificare e valutare il grado di ciclabilità dei territori che, nel loro insieme, contano oltre 6 milioni di persone, più del 10% della popolazione italiana.

In questa tornata emerge per importanza Firenze, 4° capoluogo di regione ad aderire dopo Torino, Bologna e Trento. Con l’adesione di Arezzo i capoluoghi di provincia arrivano a quota 27. Quanto a numero di comuni l’Emilia Romagna, con l’ingresso di Santarcangelo, si conferma in testa con 25, seguita dal Veneto che con tre nuovi comuni arriva a quota 21, mentre in terza posizione il sorprendente Abruzzo che, con gli ulteriori comuni costieri di Vasto e San Salvo, arriva a 15. La Lombardia arriva a 12 con Desio, mentre dall’Alto Adige arriva un altro comune di qualità, Merano.

La cerimonia di consegna degli attestati e della bandiera gialla della ciclabilità italiana – divenuta ormai simbolo dei ComuniCiclabili – ai 10 nuovi membri e ai 30 comuni che hanno già perfezionato il loro rinnovo a questa terza edizione, si è svolta oggi martedì 12 novembre alle ore 14:00 a Torino, presso Centrale Nuvola Lavazza di Torino.

La cerimonia ha aperto l’incontro sul tema “Reti per la mobilità sostenibile” all’interno di UrbanPromo Torino “Progetti per il Paese”, iniziativa promossa da INU/URBIT, l’Istituto Nazionale di Urbanistica con cui FIAB-ComuniCiclabili ha attivato già da tempo un accordo di reciproca collaborazione.

“Il grande successo di ComuniCiclabili è strettamente legato alla crescente attenzione delle amministrazioni locali alle tematiche della mobilità ciclistica, con un concreto cambio di prospettiva, in molti territori, a favore di politiche bike-friendly, che rispecchiano una più ampia attenzione alle persone e all’ambiente” – commenta Alessandro Tursi, presidente di FIAB, che è anche l’ideatore del progetto. “L’iniziativa si propone di valutare, attraverso criteri oggettivi e misurabili, il livello di ciclabilità di una città e del suo territorio e, parallelamente, di accompagnare e stimolare le singole amministrazioni verso un progressivo miglioramento, per rendere i propri comuni più vivibili per i residenti e più accoglienti per i turisti” aggiunge Valeria Lorenzelli, co-ideatrice del progetto ComuniCiclabili e membro del Consiglio di Presidenza FIAB.

La valutazione avviene, infatti, sulla base di decine di parametri in 4 aree: infrastrutture urbane, cicloturismo, governance e comunicazione & promozione. Il punteggio attribuito a ogni comune va da 1 (il minimo) a 5 (il massimo) bike-smile e viene indicato sulla bandiera gialla.

I comuni italiani che abbiano già messo in atto azioni per la mobilità in bicicletta e che intendano aderire alla rete ComuniCiclabili hanno ancora tempo fino al 31 gennaio per candidarsi all’edizione 2020, e ricevere il riconoscimento il prossimo mese di aprile.

Una novità importante caratterizza questa terza edizione dell’iniziativa: la validità dell’iscrizione a ComuniCiclabili diventa triennale purché, a seguito delle verifiche annuali, il comune mantenga i requisiti minimi, con la possibilità e l’auspicio di vedere sempre più territori che si migliorano e incrementano il loro punteggio sulla bandiera.

La consegna del riconoscimento di ComuniCiclabili è solo uno degli aspetti di un progetto che si prefigge di creare una rete tra tutte le realtà aderenti e di stimolare sindaci e amministrazioni a fare sempre meglio per agevolare lo sviluppo di una mobilità attiva e la scelta della bicicletta come mezzo di trasporto in ogni ambito (dagli spostamenti quotidiani di bike-to-work e bike-to-school al tempo libero, fino alle vacanze in sella). Strumento fondamentale è la “Scuola ComuniCiclabili”, una serie di incontri ed eventi formativi qualificati a disposizione dei comuni aderenti, con approfondimenti tematici, presentazioni di buone pratiche e condivisione di case history su temi e problemi legati alla mobilità in bicicletta. L’ultimo appuntamento proprio oggi a Torino con il workshop “Reti per la mobilità sostenibile” organizzato INU-Istituto Nazionale di Urbanistica in collaborazione con FIAB-ComuniCiclabili.

Ricordiamo, infine, che è on line la guida completa dei ComuniCiclabili della scorsa edizione, ampiamente migliorata sulla base delle esigenze espresse dai comuni (più leggera, adatta alla stampa tipografica, più agile), consultabile e scaricabile qui: Guida FIAB ComuniCiclabili 2019



Nella foto i rappresentanti dei ComuniCiclabili 2020 al termine della cerimonia di consegna dell’attestato e della bandiera gialla con il punteggio attribuito: 

· Firenze – 3 bike-smile
· Arezzo – 3 bike-smile
· Desio (MB) – 2 bike-smile
· Vasto (CH) – 2 bike-smile
· Merano (BZ) – 4 bike-smile
· Mira (VE) – 2 bike-smile
· Valdagno (VI) – 2 bike-smile
· Santarcangelo (RN) – 3 bike-smile
· San Salvo (CH) – 2 bike-smile
· Breda di Piave (TV) – 3 bike-smile

Dei 30 ComuniCiclabili che hanno già rinnovato la loro adesione all’edizione 2020, segnaliamo coloro che sono riusciti ad incrementare il punteggio in bike smile, per aver messo in atto nuove azioni, provvedimenti o interventi a favore della mobilità ciclistica.
· Cuneo – passa da 3 a 4 bike-smile
· Segrate (MI) – passa da 3 a 4 bike-smile
· Turriaco (GO) – passa da 3 a 4 bike-smile
· Occimiano passa da 1 a 2 bike-smile

 

Nicola Pieri, Assessore ai Lavori Pubblici e Urbanistica di Turriaco (GO) 

Per quanto riguarda il Comune di Turriaco ecco la dichiarazione dell’Assessore ai Lavori Pubblici e Urbanistica, Nicola Pieri:

< Dopo l’ingresso nei comuni virtuosi avvenuto lo scorso anno con 3 biciclette, e con molti lavori ancora in corso, abbiamo ricevuto quest’anno un miglioramento nella valutazione, frutto dell’incremento dei percorsi ciclabili, che collegano il tessuto urbano con i paesi limitrofi, alla moderazione del traffico attorno al polo scolastico, alla campagna di comunicazione fatta con le intitolazioni ai nostri più grandi cantautori e i concerti al seguito, e agli eventi tenuti con i bambini. Altri progetti sono in corso: grazie al PSR Mar e Tiaris, al completamento della ciclovia dell’Isonzo e ai lavori su via Garibaldi che inizieranno a gennaio 2020 andremo a collegare un anello urbano di circa 8 km, utile alla mobilità urbana, agli spostamenti casa lavoro ma speriamo anche ad attrarre il flusso turistico che scenderà lungo la FVG5 Ciclovia dell’Isonzo. >

 

Per info e adesioni a FIAB-ComuniCiclabili: www.comuniciclabili.it