- Giro FVG - https://www.girofvg.com -

Bonus terme 2021, dall’8 novembre 200€ di bonus per accedere a quasi 150 strutture

Bonus terme 2021, dall’8 novembre richieste dirette a quasi 150 strutture

Bonus terme 2021, dall’8 novembre 200€ di bonus per accedere a quasi 150 strutture.

Il countdown per il Bonus Terme è scattato: dall’8 novembre sarà possibile presentare le richieste dirette a quasi 150 strutture.

La data da segnare per tutti, ma proprio tutti e senza limiti di Isee, è lunedì 8 novembre.
E per fortuna per prenotare niente click-day o gare tra le dita più veloci online.

Bastano semplici telefonate alle 142 strutture convenzionate a oggi (e che fino all’8 novembre potrebbero aumentare) per ottenere 200 euro di sconto.

Per consultare l’elenco delle terme accreditate clicca su https://bonusterme.invitalia.it/terme-accreditate.html.

Queste le regole principali per usufruire delle agevolazioni messe a disposizione dal ministero dello Sviluppo economico, per tutti i cittadini che vogliono prenotare i servizi termali in relazione ai propri interessi o bisogni in uno stabilimento che è possibile identificare sul sito www.invitalia.it, dove si trova la mappa con i numeri di telefono e i contatti mail.

Conviene comunque fare in fretta, visto che i soldi messi a disposizione sono 53 milioni e ne potranno usufruire appena 265 mila cittadini.

Le strutture registrate

A dominare decisamente tra le 142 strutture che a oggi si sono registrate da tutta Italia prevale la regione Veneto con 53 convenzioni – praticamente oltre un terzo del totale – seguita da 20 terme accreditate in Emilia Romagna, 18 in Campania e 13 in Toscana.

In Friuli Venezia Giulia le strutture registrate sono tre:

  • le Terme di Arta, in Via Nazionale Avosacco 1
  • le Terme di Grado, in Viale Dante Alighieri, 72
  • le Terme di Monfalcone, in via Timavo 74/M
Ti potrebbe interessare anche...  PromoTurismo Fvg e Costa Crociere: ora tutta la regione si apre ai croceristi

Fanalino di coda Basilicata, Calabria Piemonte, Umbria e Valle D’Aosta con solo una struttura convenzionata.

Come usare il Bonus Terme

Volendo quindi, si può usufruire fino a 200 euro di servizi totalmente gratuiti per tutti.
Se si sforerà il tetto personale, il costo andrà a carico del cittadino.
La condizione è sfruttare l’agevolazione prenotata entro 60 giorni.

Naturalmente il bonus dovrà essere utilizzato puramente per i servizi termali.
Restano esclusi dunque le prestazioni di ristorazione e di ospitalità, perché non è un bonus vacanze.

Il bonus terme non può essere ceduto a terze persone, va prima prenotato e poi fruito e non può essere quindi rimborsato a posteriori.

E se si usufruisce di servizi per meno di 200 euro? La somma non utilizzata ritorna nel fondo del Ministero delle Sviluppo economico. Tutto a vantaggio dei ritardatari, visto che il bonus sarà valido fino all’esaurimento dei fondi.

 

Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico