- Giro FVG - https://www.girofvg.com -

Bacio delle Croci 2010

Bacio delle croci_foto di Ulderica da Pozzo

———————————

VAI ALL’EDIZIONE 2011

———————————

Presso l’antica Pieve di San Pietro di Carnia, la Festa dell’Ascensione è accompagnata dal rito di sudditanza all’antica Chiesa Madre, denominato Bacio delle Croci. Un richiamo ad un lontano passato che vide Zuglio (Ud), l’antica Julium Carnicum, centro di diffusione del cristianesimo in Carnia.

È l’occasione per conoscere uno dei centri storico-archeologici più importanti della regione.

La festa cade quest’anno domenica 16 maggio 2010.
La giornata ha inizio alle ore 10:00 con il raduno delle croci astili presso la Chiesa della B.V. delle Grazie.
Di seguito avrà inizio la processione verso il Plan da Vincule ove alle ore 10:30 si svolgerà il rito del Bacio delle Croci, recitato in lingua friulana.
Alle ore 11:00 sarà celebrata la Santa Messa.
Dalle ore 12:00 sarà possibile degustare la locale gastronomia ed in particolare i famosi cjarsosns.

Un servizio di bus navetta collegherà Zuglio e San Pietro per tutta la giornata.

Per l’occasione il Museo Civico rimarrà aperto dalle ore 09:00 alle ore 18:00.
Visite guidate gratuite dalle ore 15:00 alle 16:00 alla scoperta dell’antica città romana di Julium Carnicum.

Zuglio ospita un sito archeologico di particolare rilevanza. Gli scavi che hanno riportato alla luce edifici pubblici e privati, nonché diversi reperti storici, hanno fatto sorgere la necessità di realizzare anche un museo archeologico (ospitato all’interno del seicentesco Palazzo Tommasi Leschiutta) che ad oggi propone una ricostruzione della ricerca archeologica in Carnia dalla preistoria all’epoca rinascimentale e con un particolare riferimento all’insediamento romano.
A breve distanza dal muse si possono raggiungere facilmente a piedi i resti del foro che testimoniano l’antica importanza del centro politico, religioso e commerciale della città.

Ti potrebbe interessare anche...  L'Italia non abolisce il cambio dell'ora e domenica 28 marzo 2021 lancette un’ora avanti

Il rito trae le sue origini nell’alto Medioevo quando la chiesa principale di Zuglio era la Pieve Matrice di San Pietro, situata su un’altura sovrastante il paese.
Ogni anno centinaia di fedeli si radunano nel “Plan da Vincule”, pianoro sottostante alla Pieve, e alla chiamata del parroco salgono alla chiesa portando in processione fino al colle di San Pietro le croci argentee provenienti dalle chiese di tutte le valli della Carnia: le croci sono issate su lunghi bastoni e ornate con nastri colorati che vengono donati, come vuole la tradizione, dalle spose dell’anno.
Secondo il rituale celebrato in lingua friulana, le croci, disposte in cerchio su un prato, vengono chiamate una a una dal preposto di San Pietro e inclinate fino a sfiorare quella della pieve “madre” in un simbolico bacio di fratellanza e sottomissione alla chiesa che fu centro del primo Cristianesimo in Carnia e cattedra vescovile fino all’ottavo secolo. Quando tutte le croci sono giunte alla Pieve, queste vengono benedette dal sacerdote che poi conclude il rito celebrando la messa solenne. La giornata prosegue, infine, con una festa popolare tra i prati della zona dove si possono degustare le specialità gastronomiche più tipiche della Carnia.